Venerdì, 22 Gennaio 2021
Russia

Kanyon, l'arma finale: l'atomica in grado di creare tsunami radioattivi

L'amministrazione Usa ne è certa: la Russia sta progettando la più temibile delle armi. Un'atomica montata su un drone sottomarino, in grado di provocare onde alte 500 metri e contaminate dal cobalto-60

Foto di repertorio

Mentre Donald Trump e Kim Jong-un fanno a gara a chi c'è l'ha più grosso (il pulsante per lanciare i missili nucleari, si intende) c'è un terzo litigante che sembra stia mettendo a punto un'arma terribile, ben peggiore sia della Bomba H del coreano, che delle mini atomiche degli Stati Uniti: parliamo ovviamente di Vladimir Putin

Che la Russia sia la prima preoccupazione nella mente del presidente Usa era già noto da tempo. Una ulteriore conferma è arrivata con la pubblicazione del “Nuclear Posture Review” del Pentagono, il documento in cui veniva esplicata la nuova strategia nucleare degli Stati Uniti. Nel testo pubblicato dalla ministero della Difesa a stelle e strisce vi è anche un elenco dei principali nemici degli States e delle armi che hanno a disposizione.

A piazzare Putin al primo posto tra i nemici di Trump è proprio l'arma letale che il governo russo starebbe preparando: un ordigno nucleare trasportabile con un drone sottomarino, conosciuto con il nome Status-6 AUV, un veicolo sperimentale senza equipaggio umano. Il nome in codice utilizzato dal Pentagono per la bomba russa è 'Kanyon': fino a qualche settimana fa l'esistenza di questo ordigno era soltanto una supposizione, un'ipotesi divenuta concreta proprio dopo la pubblicazione del documento della Difesa Usa. 

Kanyon, la bomba che che crea uno tsunami radioattivo

Nonostante siano pochissime le informazioni sulla bomba Kanyon, è già noto il suo funzionamento e gli effetti devastanti che potrebbe avere se lanciata contro una nazione. Da quanto si può leggere anche sul sito 'Popular Mechanics', l'ordigno sarebbe caricato con una testata nucleare da 100 megatoni al cobalto-60, un isotopo radioattivo, e verrebbe trasportato da un drone sottomarino con un'autonomia di 6.200 miglia, in grado di immergersi fino a mille metri di profondità e di viaggiare ad una velocità di 100 nodi. 

Schermata 2018-02-08 alle 16.51.12-2

Quale sarebbe il funzionamento? A rendere quest'arma la più pericolosa mai ideata dall'uomo è la modalità con cui dovrebbe essere usata, principalmente per attaccare zone di costa. Infatti la Status-6 AUV o Kanyon, sarebbe in grado di provocare un'esplosione atomica in prossimità delle coste, scatenando un vero e proprio tsunami radioattivo, perché contaminato con il cobalto-60. L'onda gigante radioattiva, che potrebbe superare i 500 metri di altezza, oltre a distruggere qualsiasi cosa trovi sul suo cammino, contaminerebbe tutte le zone toccate dall'acqua, rendendole inaccessibili all'umanità per almeno 100 anni. Come detto in precedenza, Kanyon sarebbe caricata con una bomba da 100 megatoni, una potenza due volte superiore alla Bomba Zar (o Tsar Bomb), la più potente mai testata. 

Oltre alla potenza e agli effetti devastanti, l'arma progettata dai russi sarebbe anche in grado di aggirare le difese missilistiche, americane e non, risultando di fatto invisibile fino al momento della deflagrazione.

Kanyon, leggenda o realtà?

Il progetto riguardante questa terribile arma era stato rivelato per sbaglio dalla tv russa nel 2015, ma  in quel momento si pensò ad una fantasia, una 'storiella' utile per intimidire la Nato. Ma adesso che anche l'amministrazione americana, in base alle informazioni in suo possesso, ha confermato l'esistenza della bomba sottomarina, il timore che un'arma così devastante possa un giorno venire utilizzata, dovrebbe bastare per togliere il sonno ai potenti di tutto il globo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kanyon, l'arma finale: l'atomica in grado di creare tsunami radioattivi

Today è in caricamento