rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Kenya / Kenya

Attacchi a due chiese cristiane nell'est del Kenya, 16 morti

Il bagno di sangue nella città di Garissa: uomini armati, almeno sette, hanno aperto il fuoco all'impazzata e lanciato granate. Il Consiglio supremo dei musulmani: "Tutti i luoghi di culto vanno rispettati"

Uomini armati hanno aperto il fuoco e lanciato granate contro due chiese cristiane questa mattina nella città di Garissa, nell'est del Kenya, provocando 16 morti: lo si apprende da fonti della polizia locale.



LE TESTIMONIANZE - "Dieci persone sono state uccise nel recinto della chiesa indipendente cristiana Aic (Africa Inland Church), e altre tre sono rimaste ferite nella Cattedrale Cattolica", ha indicato il numero due della polizia regionale, Philip Ndolo.



Gli attentatori erano almeno sette, secondo il poliziotto. "Non abbiamo arrestato alcun sospetto, ma abbiamo informazioni sulla presenza di cinque aggressori all'Aic e di due alla Cattedrale", ha spiegato Ndolo.



LA CONDANNA DEI MUSULMANI - Il Consiglio supremo dei musulmani in Kenya ha condannato questi nuovi attacchi, ricordando che "tutti i luoghi di culto vanno rispettati", e ha espresso le condoglianze ai parenti delle vittime.

IL LUOGO DELLA TRAGEDIA - 

Garissa si trova nel nord-est del Kenya, a circa 140 chilometri dal confine con la Somalia. La città si trova inoltre a 70 chilometri dall'immenso campo profughi di Dadaab, che accoglie circa 465mila rifugiati somali e dove quattro operatori umanitari stranieri sono stati rapiti venerdì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacchi a due chiese cristiane nell'est del Kenya, 16 morti

Today è in caricamento