Martedì, 3 Agosto 2021
Tra realtà e propaganda / Corea del Nord

Cosa c'è dietro lo "strano" dimagrimento di Kim Jong-Un

La propaganda di Pyongyang ha scelto una nuova strategia? Oppure uno spezzone è passato attraverso le maglie della censura? La vita personale di Kim è normalmente tabù. Lui e la sua famiglia sono trattati come divinità moderne.  Ma l'economia nordcoreana barcolla e la dittatura potrebbe aver deciso di mandare un segnale preciso

Foto: KCTV (editata da NK News)

La televisione di Stato nordcoreana KCTV ha mandato in onda un inusuale commento di un passante sulla condizione "emaciata" di Kim Jong-un: si tratta di un’insolita mossa che alimenta i dubbi sulle condizioni del leader. Partendo dal presupposto che si può tranquillamente escludere che la televisione pubblica di Pyongyang abbia deciso di dare spazio ai pareri sulla salute del "Caro Leader" di cittadini pescati a caso in strada, stile microfono aperto, è il caso di vederci chiaro. Nel video, i residenti di Pyongyang sono ripresi durante la visione di un grande schermo per strada nella capitale, con le immagini di un concerto presenziato da Kim e funzionari di massimo livello dopo una riunione plenaria del Partito dei Lavoratori. L'individuo, anonimo, dice a un giornalista della rete televisiva statale che "la gente, me compreso, ha avuto il cuore spezzato quando ha visto il rispettato segretario generale (titolo ufficiale di Kim Jong Un) così emaciato... ci ha fatto piangere". Non è chiaro chi sia il soggetto dell'intervista, perché sia ??stato scelto o se la sua opinione sia veramente rappresentativa della maggioranza delle persone a Pyongyang. Ma è improbabile che il segmento non abbia ricevuto una certa benedizione ufficiale da parte dei vertici del partito, dato che tutti i media in onda in Corea del Nord devono fare i conti con la censura.

Gli analisti ritengono che Pyongyang stia usando l'aspetto di Kim per dipingerlo come un leader "dedito e laborioso" mentre il paese asiatico lotta per affrontare una gravissima crisi alimentare, certo non paragonabile alla carestia che negli anni '90 uccise migliaia di persone. La carestia nordcoreana colpì il paese dal 1994 al 1998, Kim Jong-il aveva appena preso il posto del padre Kim Il-Sung e la propaganda di regime definì quegli anni terribili come "la Marcia ardua" o "la Marcia della sofferenza". All'epoca la carestia venne provocata da vari fattori, tra cui la perdita del supporto sovietico dopo lo scioglimento dell'URSS che portò ad un crollo della produzione di cibo e di importazioni. La crisi venne esacerbata da alluvioni e siccità. Le stime delle vittime sono tutt'oggi molto variabili: su una popolazione di circa 22 milioni di abitanti, morirono in centinaia di migliaia.

Kim e la sua famiglia sono trattati come divinità moderne

Torniamo all'oggi. La vita personale di Kim è normalmente tabù. Kim e la sua famiglia sono trattati come divinità moderne. Il raro commento pubblico sulla salute del "supremo comandante" è maturato dopo che gli osservatori delle vicende nordcoreane hanno notato all’inizio di giugno che Kim sembrava aver perso peso in modo molto evidente. Quando Kim è riapparso sui media statali all'inizio di giugno dopo non essere stato visto in pubblico per quasi un mese, gli analisti hanno notato che il suo orologio sembrava essere fissato più saldamente di prima attorno a un polso apparentemente più sottile, scatenando speculazioni sulla salute del dittatore che governa con pugno di ferro la Corea del Nord. "Se gli osservatori esterni hanno notato il cambiamento nell'aspetto di Kim, si può star certi che anche il popolo nordcoreano lo ha notato, e ben prima", ha detto Christopher Green, un esperto di Nordcorea presso l'Università di Leiden nei Paesi Bassi. Non è chiaro se la perdita di peso di Kim sia dovuta a una malattia o se si tratti di un normalissimo dimagrimento secondo Jenny Town, direttrice del progetto 38 North con sede negli Stati Uniti. "È un po' strano che lo mostrino con abiti così larghi e inadeguati", commenta. Kim ha riconosciuto ufficialmente che il paese sta affrontando una situazione alimentare "tesa" che potrebbe peggiorare se i raccolti di quest'anno falliranno, esacerbando i problemi economici, senza contare le rigide restrizioni autoimposte ai confini e ai movimenti che hanno rallentato i commerci.

"La ragione più probabile per cui menzionano il suo peso in calo in questo modo è, a mio avviso, correlata alle conseguenze economiche legate alla pandemia", dice ai media sudocoreani Chad O'Carroll, CEO del Korea Risk Group con sede a Seoul. "Indipendentemente dalla motivazione per la rapida perdita di peso di Kim, sembra che ci sia un certo valore propagandistico nel dimostrare che anche il leader della Corea del Nord sta sopportando le stesse carenze alimentari che stanno colpendo il Paese in questo momento". Il regime potrebbe aver deciso di sottolineare il fatto che Kim in prima persona stia lavorando duramente per la sua gente in un momento di difficoltà diffuse. "Ciò che conta è che il regime nordcoreano avrà ricevuto la notizia dai suoi molti, molti, molti informatori che le condizioni del dittatore erano diventate un argomento di discussione quotidiano tra la gente comune", ha detto l'esperto. "A quel punto è semplice rispondere con una strategia di propaganda, per sfruttare la discussione pubblica esistente a vantaggio del regime".

Kim ha aperto un importante incontro politico all'inizio di giugno riconoscendo che l'approvvigionamento alimentare del paese è problematico. La FAO ha stimato che la Corea del Nord è a corto di circa 860.000 tonnellate di cibo, ovvero due mesi di forniture a livello nazionale. I prezzi di alcuni beni di prima necessità sono saliti alle stelle, ma non riso e carburante per il momento. Alcuni residenti hanno detto alla CNN che gli articoli non di base come un piccolo pacchetto di tè nero possono essere venduti per circa 70 dollari, mentre una confezione di caffè può costare più di 100 dollari. La Corea del Nord chiuso i suoi confini nel gennaio dello scorso anno per proteggersi dalla pandemia e, di conseguenza, il commercio con Pechino - la sua ancora di salvezza economica - ha subito una contrazione epocale.

C'è anche un'altra ipotesi "affascinante"

C'è anche un'altra ipotesi, "affascinante". Ovvero, dato che l'intervista sembra essere andata in onda solo una volta, il frammento potrebbe essere semplicemente scivolato attraverso le maglie della censura. La Corea del Nord spesso ripropone o ricicla i telegiornali invece di produrre costantemente programmi in diretta. Potremmo aver assistito a una delle rarissime sviste. Difficile, ma possibile.

La salute di Kim è un segreto gelosamente custodito e  ai nordcoreani viene insegnato fin dalla tenera età a credere che le due "potenze capitaliste" Usa e Corea del Sud stiano ancora tramando attivamente per far cadere il governo nordcoreano. E' altamente probabile che non ci saranno comunicazioni ufficiali di alcun tipo sulle condizioni di Kim Jong-Un.

corea-13-5

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa c'è dietro lo "strano" dimagrimento di Kim Jong-Un

Today è in caricamento