rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Stati Uniti / Stati Uniti d'America

Kyrsten, la prima bisessuale ed ex homeless del Congresso

La sua vita assomiglia a un vero e proprio film. Ha vissuto per due anni in una stazione di servizio abbandonata. Oggi è una delle poche liberal capace di intendersi con i conservatori

Kyrsten Sinema, 36 anni, è la novità più grande del Congresso degli Usa, che ieri si è insediato a Washington. Mormone, ex homeless, avvocato, è il primo senatore a definirsi apertamente bisessuale. Sono 6 i membri del Congresso dichiaratamente gay, ma Kyrsten Sinema è l’unica a definirsi bisex, identità di cui è orgogliosa  e che se le è quasi costata l’elezione.  

E' stata eletta in Arizona, stato tradizionalmente ultraconservatore, e ha sconfitto Vernon Parker, canddiato vicino alla destra dei Tea Party, che durante la campagna elettorale l'ha attaccata propria sulla sua sessualità. In alcuni spot televisivi la descriveva come una "hippie anti-americana", colpevole di "praticare riti pagani" con riferimenti evidenti alla sua bisessualità. La Sinema non ha reagito scompostamente e ha sempre mantenuto posizioni moderate su economia e sicurezza nazionale. Strategia che ha avuto successo anche se sul filo di lana.

Ha sconfitto il suo avversario per soli diecimila voti, dopo un riconteggio dei voti resosi necessario perché durante il primo spoglio ne erano stati dimenticati ben il 25 per cento.  
 
Nata a Tucson, nel 1976, la sua vita assomiglia a un vero e proprio film. Quando il secondo marito della madre perse il lavoro per la recessione degli Anni 80, lasciarono la casa pignorata e si trasferirono per ben due anni in una stazione di benzina abbandonata senza acqua corrente, servizi igienici ed elettricità. Lei si è rimboccata le maniche, ha terminato il college, lavorato come assistente sociale, si è appassionata alla politica fino ad essere eletta nel Parlamento dell’Arizona nelle file del partito democratico. "Durante tutta la mia vita - racconta - ho beneficiato dei sostegni ricevuti dalla famiglia, dalla Chiesa e dal governo". Proprio questa via di mezzo tra "self made woman" e ragazza che ha potuto studiare grazie all'influenza che le politiche governative hanno nella vita dei cittadini la rende una liberal capace di intendersi con i conservatori.

Altra curiosità: nella Camera dei Rappresentanti da questa legislatura tra i deputati democratici i bianchi sono per la prima volta in minoranza rispetto a ispanici e afroamericani. 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kyrsten, la prima bisessuale ed ex homeless del Congresso

Today è in caricamento