rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Inquinamento / Canada

Disastro ambientale nel lago Quesnel: misteriosa sostanza nelle acque

Quasi cinque milioni di metri cubi di metalli e sostanze radioattive sono state versate nel lago dopo la rottura del bacino di decantazione di una miniera

Lo scorso tre agosto un bacino di decantazione di una miniera di oro e rame si è rotto, provocando la fuoriuscita nelle acque del lago canadese di Quesnel circa 4,5 milioni di metri cubi di metalli pesanti.

Sostanze come arsenico, barite, calcite, fluorite, mercurio, zolfo, cadmio, idrocarburi, materiali radioattivi si sono riversati in un dei lago più grandi del mondo. Le autorità della British Columbia hanno stabilito che le acque del lago restano potabili ma una biologa marina, Alexandra Morton, le ha analizzate, scoprendo che queste sono state contaminate da una misteriosa sostanza blu.

Chi entra a contatto con l'acqua subisce una reazione simile a quella del tocco di una medusa: la pelle si secca e brucia. Dopo essere venuti a conoscenza dei risultati della ricerca della Morton, il governo ha deciso di vietare l'utilizzo delle acque del lago. Ma ormai la protesta è innescata contro quello che si teme essere il più grande disastro ambientale della storia del Canada.

L'intero ecositema del lago è compromesso e i pericoli per l'uomo potrebbero derivare anche dal consumo di carne e pesce che si alimentano dal lago. 

GUARDA IL VIDEO 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disastro ambientale nel lago Quesnel: misteriosa sostanza nelle acque

Today è in caricamento