rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
La tragedia / Brasile

Ucciso Leandro Lo, leggenda brasiliana: poliziotto fuori servizio gli spara in testa

E' accaduto durante una festa in un locale. Il campione avrebbe dovuto partecipare ai campionati di Jiu jitsu in programma negli Stati Uniti

E' morto a 33 anni Leandro Lo, leggenda del Jiu Jitsu brasiliano. Otto volte campione del mondo in tre categorie di questa arte marziale, è stato ucciso da un poliziotto fuori servizio che gli ha sparato alla testa. La tragedia durante una festa in un locale esclusivo di San Paolo, in Brasile, dove il lottatore risiedeva. Il prossimo weekend Lo avrebbe dovuto partecipare ai campionati di Jiu jitsu in programma negli Stati Uniti.

Secondo quanto ricostruito, Leandro Lo era in un club con alcuni amici quando un ospite apparso ubriaco ha avuto un diverbio con lui e ha afferrato dal bancone del bar una bottiglia per usarla come arma. Il lottatore brasiliano lo ha immobilizzato con una delle sue prese ma appena liberato, l'uomo ha estratto la pistola e ha sparato a Lo, centrandolo alla fronte. Il campione brasiliano è morto poco dopo in ospedale.

L'uomo che ha fatto fuoco, il tenente Henrique Otavio Oliveira Velozo, è fuggito ma poi si è consegnato alle autorità ed è stato arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso Leandro Lo, leggenda brasiliana: poliziotto fuori servizio gli spara in testa

Today è in caricamento