La lettera del piccolo Alex a Obama: "Porta Omran da noi, voglio adottarlo"

A soli sei anni Alex ha preso carta e penna e ha scritto all'uomo più potente del mondo: "Si ricorda del bimbo ferito ad Aleppo? Per favore vada a prenderlo e lo porti a casa nostra"

A destra la foto del piccolo Omran che ha fatto il giro del mondo

Da una parte l’innocenza di un bimbo di sei anni. Dall’altra l’uomo più potente del mondo e le parti in guerra in un conflitto che sembra non avere fine. Una guerra di fronte a cui le stesse potenze occidentali sembrano impotenti.

Ma il piccolo Alex, con i suoi sei anni, non ha mai sentito parlare di interessi geopolitici o armi spuntate. Tutto quello che sa è che in Siria c’è un bambino di nome Omran che ha bisogno di una casa e di una famiglia. Così ha preso carta e penna e ha scritto una lettera al presidente Obama.

"Caro presidente, puoi portare a casa mia Omran, il bambino ferito di Aleppo? Qui da noi avrà una famiglia".

Omran, per chi non ricordasse la sua storia, è il bimbo divenuto simbolo della guerra in Siria. La sua immagine, scattata dopo i bombardamenti di Aleppo, ha fatto il giro del mondo.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Anche Alex ha visto la foto di quel bimbo con il volto sporco di sangue, ricoperto di polvere dalla testa ai piedi. E nella sua ingenuità ha pensato che forse quel bimbo avrebbe potuto aiutarlo. Si è seduto alla scrivania e ha scritto una lettera. Destinatario: la Casa Bianca. "Per favore - scrive Alex rivolgendosi ad Obama - può andare a prenderlo e portarlo a casa nostra. Vi aspettiamo con bandiere, fiori e palloncini. Gli daremo una famiglia e lui sarà nostro fratello".

Migliaia le condivisioni su Facebook del post, pubblicato dall'account ufficiale della Casa Bianca. Una lettera così potente che lo stesso Barack Obama ha voluta leggerla nell’ultimo vertice della Nazioni Unite: "Dovremmo tutti essere un po' di più come lui – scrive il presidente degli Stati Uniti -. Immaginate come sarebbe il mondo. Immaginate la sofferenza che potremmo risparmiare e le vite che si potrebbero salvare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

  • Concorsi pubblici: in arrivo 450mila assunzioni (anche per diplomati)

Torna su
Today è in caricamento