rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Mondo Stati Uniti d'America

La lettera di Obama a Trump: "Non dimenticare la democrazia"

A sette mesi dall'elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti è stato rivelato il contenuto della consueta lettera del predecessore alla Casa Bianca

Si tratta di un'antica tradizione, ma allo stesso tempo elegante e dal grande significato: ogni presidente americano uscente lacia una lettera al suo successore, che la trova al suo arrivo all'Ufficio Ovale. Il contenuto di quella scritta da Barack Obama a Donald Trump è stato rivelato soltanto sette mesi dopo il passaggio di consegne e si articola attorno a un consiglio centrale: oltre la durezza della lotta politica e la brutalità delle lotte di potere, non perdere mai la vista l’importanza delle istituzioni democratiche.

Questa missiva, di meno di 300 parole, dal 44° al 45° presidente della storia statunitense assume un significato particolare dopo diverse settimane caotiche per Donald Trump, criticato anche per la sua mancanza di chiarezza dopo la violenza razzista a Charlottesville. La lettera, della quale la CNN ha ottenuto una copia, inizia con le congratulazioni all’alba di questa “grande avventura”, alla Casa Bianca. “Milioni di persone hanno messo le loro speranze in te, e tutti noi, al di là dei festeggiamenti, dobbiamo sperare di avere più prosperità e sicurezza sotto la tua presidenza”.

Sottolineando poi l’importanza della “leadership americana” nel mondo, Obama ha sottolineato il peso della parola degli Stati Uniti: “È nostra responsabilità, attraverso le nostre azioni e l’esempio che forniamo, sostenere un ordine internazionale che è stato posto fin dalla fine della guerra fredda e da cui dipendono prosperità e sicurezza”. E sulla singolare dimensione del ruolo del presidente, al di là delle vicissitudini quotidiane della politica, “siamo solo occupanti temporanei di questa posizione”, ha scritto Barack. “Questo ci rende custodi di istituzioni e di tradizioni democratiche come lo Stato di diritto, la separazione dei poteri, la protezione dei diritti civili per i quali i nostri antenati hanno combattuto”.

“Qualunque sia la tensione della politica di giorno in giorno, spetta a noi lasciare questi strumenti della nostra democrazia almeno altrettanto forti di quando li abbiamo trovati”, ha insistito. L’ultimo consiglio dell’ex presidente a Trump in un registro più personale: “Nella sconfitta per gli eventi e nell’onere della responsabilità, prendere del tempo per amici e familiari aiuterà a superare i momenti difficili che sono inevitabili”. Obama ha concluso la missiva dicendosi “pronto ad aiutare in qualsiasi modo”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lettera di Obama a Trump: "Non dimenticare la democrazia"

Today è in caricamento