rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Esteri / Algeria

La Farnesina conferma: "Rossella Urru è libera"

La cooperante italiana sequestrata lo scorso ottobre in un campo profughi nel deserto algerino è libera. Lo ha confermato il ministro degli Esteri. Momenti frenetici a Samugheo, dove vivono i genitori di Rossella

Rossella Urru, la cooperante italiana sequestrata a ottobre in un campo profughi Sahawari nel deserto algerino, è stata liberata.

La conferma arriva dal ministro degli Esteri, Giulio Terzi.

Ad annunciare il rilascio un gruppo islamista, che conferma la liberazione di Rossella e di due spagnoli. La notizia è poi stata confermata prima da fonti dell'intelligence spagnola, quindi del ministro degli Esteri italiano.

La cooperante italiana, sequestrata a ottobre in un campo profughi Saharawi nel deserto algerino, è stata rilasciata a Timbuctù, dopo uno scambio di prigionieri.

Le foto della campagna "Liberate Rossella Urru"



Questa mattina Ould Faqir, uno degli uomini implicati nel sequestro di Rossella Urru arrestati lo scorso anno sarebbe stato liberato in Mauritania; contemporaneamente la cooperante italiana sarebbe stata liberata dai miliziani del Mujao (il Movimento per l'unita' e il jihad in Africa occidentale) nei pressi della citta' del Mali. Urru sarebbe ora nelle mani di alcuni mediatori in attesa di raggiungere la zona in cui sara' consegnata.

La notizia della possibile liberazione di Rossella Urru è arrivata anche a Samugheo, dove abitano i genitori, con le telefonate dei giornalisti che chiedono conferma. Lo zio della ragazza, Mario Sulis, portavoce del Comitato per la liberazione di Rossella, non ne sapeva nulla.

I genitori di Rossella, invece, non erano in casa al momento della notizia tanto attesa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Farnesina conferma: "Rossella Urru è libera"

Today è in caricamento