Domenica, 25 Luglio 2021
Mondo Libia

Liberati i due ostaggi italiani in Libia

Sono in corso le verifiche della Farnesina. Gli operai della ditta Bonatti erano stati rapiti la scorsa estate: due loro compagni sono stati uccisi in uno scontro a fuoco

Filippo Calcagno e Gino Pollicardo

Sarebbero stati liberati stamattina a Sabratha Gino Pollicardo e Filippo Calcagno, i due operai italiani della ditta Bonatti rapiti dall'Isis in Libia la scorsa estate. La notizia, data dall'inviato de La Stampa Domenico Quirico, è stata riferita dal Copasir e la Farnesina sta verificando.

"E' arrivata la notizia anche a me, ma devo ancora confermarla con l'intelligence", ha detto il presidente del Copasir, il senatore leghista Stefano Stucchi, ai microfoni di Rai News 24. "Avevamo sempre detto che l'importante era riportarli a casa vivi".

I due sono in buone condizioni di salute. Pollicardo e Calcagno non sono rimasti coinvolti nello scontro a fuoco di ieri in cui sarebbero stati uccisi i loro colleghi Fausto Piano e Salvatore Failla. Lo ha detto al Copasir il sottosegretario con delega ai servizi segreti Marco Minniti. A confermare le parole di Minniti c'era stata la dichiarazione di una donna, moglie di uno jihadista, catturata nello scontro a fuoco: "Nell'interrogatorio la prigioniera ha confessato che vi sono due italiani in un luogo nella periferia di Sabrata. La ricerca è ancora in corso", ha rivelato il presidente del locale Consiglio militare, Taher El-Gharably. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberati i due ostaggi italiani in Libia

Today è in caricamento