rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
La beffa

Non divide la mancia da 4mila dollari con i colleghi: cameriera licenziata

La storia di Ryan Brandt, che ha perso il lavoro per non aver diviso la generosa somma lasciata da un tavolo che aveva servito. È successo a Bentonville, in Arkansas (Stati Uniti)

Dalla gioia alle lacrime, tutto nello stesso giorno. È quanto successo a Ryan Brandt, una cameriera dell'Arkansas, negli Stati Uniti, che è stata licenziata per non aver diviso con i suoi colleghi la cospicua mancia da oltre 4mila dollari lasciata da un tavolo molto generoso che la ragazza aveva servito. La vicenda ha avuto luogo nel ristorante Oven & Tap di Bentonville, dove un gruppo di dirigenti immobiliari ha deciso di lasciare 4.400 dollari di mancia con l'intento simbolico di voler sostenere una categoria di lavoratori duramente colpita dalla pandemia. Un gesto che ha fatto esplodere la gioia della cameriera, filmata e condivisa sui social da Grant Wise, presidente della società immobiliare locale Witly.

Ma presto la felicità si è trasformata nel sentimento opposto. Il capo di Ryan le ha chiesto di dividere la cifra il resto del personale, anche se questo non era nell'intento del signor Wise che si è lamentato con il ristorante e ha recuperato i soldi per poi riconsegnare la mancia a Ryan fuori dal locale. Dopo aver accettato il denaro, la cameriera è stata licenziata in tronco. Il titolare del locale si è giustificato spiegando che la divisione delle mance è una pratica comune nel settore della ristorazione, che serve per gratificare tutti i membri dello staff per il lavoro che svolgono. Nel frattempo, uno dei clienti che aveva contribuito alla generosa mancia ha avviato una raccolta fondi per aiutare la cameriera, sommersa dai debiti. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non divide la mancia da 4mila dollari con i colleghi: cameriera licenziata

Today è in caricamento