rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Mondo Regno Unito

Licenziata perché lavorava in ufficio senza tacchi alti: "Lo dice la legge"

E' successo a una giovane centralinista, che ha perso lavoro e stipendio dopo essersi rifiutata di indossare tacchi alti in ufficio. La legge inglese lo consente e così Nicola Thorp ha lanciato una petizione per modificarla

Riufiutarsi di indossare tacchi alti in ufficio ed essere licenziata. Succede oggi, nel 2016, nel civilissimo e politically correct Regno Unito. Nicola Thorp, 27 anni, ha perso il suo lavoro interinale da centralinista presso gli uffici della PwC a Londra perché si è presentata in ufficio senza tacchi. La legge inglese consente ai datori di lavoro di richiedere che i membri femminili del proprio staff indossino tacchi alti e adottino un particolare dress code. Quando la ragazza ha fatto notare che agli impiegati uomini dell'ufficio era consentito indossare scarpe basse, e che quindi la regola era discriminatoria, le "hanno riso in faccia".

Nicola ha deciso di lanciare una petizione sul sito Parliament.uk per cambiare la legge. Raggiunte le 100mila firme, la petizione verrà presa in considerazione per un eventuale dibattito in Parlamento.

nicola thorp 2-3

La PwC ha fatto sapere di aver esternalizzato l'assunzione e la gestione dei lavoratori alla reception a un'altra azienda e di aver messo in discussione con loro la questione del dress code non appena venuta a conoscenza del fatto, cinque mesi dopo l'accaduto. La Portico, cioè l'azienda in questione, ha replicato al tabloid Metro: "In linea con la prassi standard del settore, abbiamo delle linee guida per quanto riguarda l'aspetto del personale in molte delle nostre aziende. Queste politiche assicurano che i dipendenti siano vestiti in maniera appropriata e comprendono anche una serie di indicazioni per quanto riguarda le calzature. Abbiamo registrato i commenti sull'argomento e rivedremo le nostre linee guida in accordo con i nostri clienti e con i membri del team". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziata perché lavorava in ufficio senza tacchi alti: "Lo dice la legge"

Today è in caricamento