Mercoledì, 4 Agosto 2021
Lo scandalo

Caso Pegasus, anche il presidente Macron potrebbe essere stato spiato

Le rivelazioni del Washington Post: intercettati "dieci primi ministri, tre presidenti e un re". Le Monde: il presidente e diversi ministri francesi forse "spiati dai servizi marocchini"

Anche il presidente francese Emmanuel Macron sarebbe tra le persone spiate con il software Pegasus prodotto dall'israeliana Nso. A scriverlo è il Washington Post, tracciando una lista di "dieci primi ministri, tre presidente e un re" i cui telefoni cellulari sarebbero stati intercettati. Oltre a Macron, ad essere colpiti sarebbero stati il presidente iracheno Barham Salih e quello sudafricano Cyril Ramaphosa.

Nella lista ci sono anche tre premier in carica, il pakistano Imran Khan, l'egiziano Mostafa Madbouly e il marocchino Saad-Eddine El Othmani. Tra gli ex premier figurano i nomi del libanese Saad Hariri, dell'ugandese Ruhakana Rugunda e del belga Charles Michel. Anche il re del Marocco Mohammed VI sarebbe stato intercettato, secondo il qutodiano americano.

Caso Pegasus, le intercettazioni in Francia: non solo Macron

Oltre al presidente Macron, ci sarebbero anche 14 ministri francesi nella lista dei capi di Stato e di governo e degli ex responsabili politici che potrebbero essere stati spiati dai servizi marocchini nell'ambito del progetto Pegasus, secondo quanto scrive Le Monde. Nel 2019, scrive il quotidiano francese, i numeri di telefono del capo dello Stato, del suo ex primo ministro (Edouard Philippe), e di quattordici ministri dell'epoca sono stati selezionati per una eventuale messa sotto sorveglianza da parte di Pegasus.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pegasus, anche il presidente Macron potrebbe essere stato spiato

Today è in caricamento