Domenica, 20 Giugno 2021
dall'estero / Australia

Madre chiude in gabbia il figlio tossicodipendente: "Così lo salverò"

Succede in Australia. Il ragazzo, 17 anni appena, ha tendenze suicide e per questo è stato rifiutato da tutte le cliniche riabilitative. La madre non ha avuto altra scelta: "Io so che mio figlio potrebbe morire o fare del male a se stesso e ad altri"

Una madre ha deciso di rinchiudere il figlio di 17 anni in una gabbia con sbarre d'acciaio per impedirgli di drogarsi. La donna, che vive nella città australiana di Rockhampton, nel Queensland, ha speso più di 3000 dollari per costruire la gabbia per suo figlio Wiley, per tenerlo lontano dalle metanfetamine e per proteggerlo da se stesso e dagli altri.

"Vedo mia madre più come una guardia carceraria, ma non mi sento in una vera e propria prigione", ha detto il giovane Wiley intervistato dagli inviati del programma tv "A Current Affair".

In passato, il ragazzo aveva tentato il suicidio almeno una dozzina di volte e per questo era stato rifiutato da tutti i rehab in Australia. "Ho telefonato a tutti. Faccia lei i nomi, li ho chiamati tutti. Non provavano nemmeno a toccarlo perché aveva queste tendenze suicide. Ma lui piangeva e pregava di essere aiutato. Non potevo perdere mio figlio", ha raccontato la madre di Wiley a "The Morning Bulletin", ricordando come fosse stato lo stesso Wiley a chiederle di rinchiuderlo. "Mamma, chiudi quella gabbia. Chiude le porte perché di me non ci si può fidare", diceva il ragazzo. "Quando ho bisogno di una dose sono pronto a fare qualsiasi cosa". Una giorno che Wiley era sotto l'effetto di droghe, ha ricordato la donna, il ragazzo ha persino tentato di pugnalare il fratello.

"Io so che mio figlio potrebbe morire o fare del male a se stesso e ad altri. Sono solo una persona che cerca disperatamente aiuto mentre non c'è nessuno disposto a darglielo", ha ammesso la donna. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre chiude in gabbia il figlio tossicodipendente: "Così lo salverò"

Today è in caricamento