rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
CRONACA / Stati Uniti d'America

Maestra trasforma l'asilo in un "fight club": rischia 40 anni di carcere

Sarah Jordan è stata riconosciuta colpevole di ben tredici capi d'imputazione per maltrattamenti nei confronti dei suoi piccoli alunni: li costringeva a picchiarsi per il suo divertimento

Quarant'anni di prigione. Tanti potrebbe scontarne Sarah Jordan, una maestra americana accusata di aver messo su un vero e proprio "fight club" con i bambini dell'asilo in cui insegnava.

La donna è stata dichiarata colpevole di ben tredici capi d'accusa per maltrattamenti nei confronti dei suoi piccoli alunni, per averli spinti a picchiarsi selvaggiamente tra loro per il suo puro divertimento.

Gli abusi sono andati avanti per più di otto mesi nel 2013. I bambini, tutti fra uno e due anni d'età, sono rimasti traumatizzati, come hanno testimoniato in lacrime i genitori durante il processo. Secondo quanto raccontato in aula, la donna avrebbe regolarmente fatto dispetti ai bambini, pestando loro i piedi, facendo lo sgambetto per farli cadere a terra, innaffiandoli con una pompa da giardino e spingendoli a picchiarsi tra loro. I piccoli, una volta tornati a casa, manifestavano un comportamento agli occhi dei genitori insolitamente aggressivo e avevano il terrore dell'acqua.

Tutto è venuto alla luce grazie a una collega della maestra, che ha chiamato gli assistenti sociali. In tribunale, Sarah Jordan si è difesa, sostenendo di non aver mai maltrattato i suoi piccoli allievi e che le accuse contro di lei erano solo il frutto dell'invidia dei colleghi di lavoro. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maestra trasforma l'asilo in un "fight club": rischia 40 anni di carcere

Today è in caricamento