rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
SUDAFRICA / Sudafrica

La donna che rivoluzionerà la politica sudafricana

Le sue credenziali anti-corruzione fanno breccia soprattutto tra i neri della classe media. Le voci critiche: "E' legata al settore minerario dei bianchi"

La grande novità della politica sudafricana sarà con ogni probabilità una compassata attivista anti-apartheid di 65 anni, Mamphela Ramphele. E' una delle personalità più conosciute in tutto il paese e ha partecipaoto alla nascita di molte delle organizzazione che in Sudafrica si sono battute per l'emancipazione dei neri.

Attivista anti-apartheid era la compagna del "martire" Steve Biko (attivista anti-apartheid ucciso a bastonate nel 1977. La morte di Biko contribuì a farne un simbolo per la popolazione sudafricana nera, un eroe della resistenza contro il regime afrikaner), Ramphele è un'imprenditrice di successo e un'accademica di livello. Ha confermato il suo ingresso in politica nei prossimi mesi. In tanti vedono in lei la donna che può scuotere il Sud Africa e ripristinare la "bussola morale" della nazione.

Le sue credenziali anti-corruzione fanno breccia soprattutto tra i neri della classe media, perlopiù elettori del dominante African National Congress (ANC). Tuttavia alcuni commentatori rimangono scettici sulla capacità di Ramphele di riunire intorno a sé un buon numero di alleati e far fronte alla forza dell'ANC, ma anche all'opposizione Alleanza democratica (DA)

La 65enne Ramphele è stata questo mese negli Stati Uniti, per iniziare una raccolta di fondi per il nuovo partito, secondo quanto riferito dai quotidiani sudafricani. Una fonte ha detto che Ramphele pensa sia "ora di andare in politica per salvare il paese". Tony Leon, un ex leader del DA, ha confermato che un amico aveva partecipato ad una delle riunioni di Ramphele a Boston. "Il mio amico mi ha detto che ha fatto un passo importante: sta per dare vita a un partito politico", ha detto.

Ramphele è stata a lungo considerata come una potenziale salvatrice del paese, un antidoto moralmente incontaminato a un sistema politico sprofondato nella corruzione e nel clientelismo. Ha mostrato tutto il suo valore come attivista anti-apartheid mentre studiava medicina presso l'Università di Natal nel 1970 ed è stata uno dei fondatori del movimento per la coscienza nera. Il suo rapporto con Biko era intellettuale e romantico - diede alla luce il suo figlio - fino al suo assassinio da parte della polizia. Nel 1975 ha dato il là una delle prime iniziative del Sud Africa per la sanità di base al di fuori del settore pubblico. Dal 1977 al 1984 il regime la bandì dalla città di Tzaneen. Nel 1996 divenne vice-rettore dell'Università di Città del Capo, la prima donna nera a occupare una posizione di tale livello in un'università sudafricana

E' poi diventata un alto funzionario della Banca Mondiale e ha fondato due organizzazioni civiche: il cerchio Letsema, un programma di riforma sanitaria, e il Movimento Cittadini per il cambiamento sociale . Ramphele fatto anche parte di numerosi consigli di amministrazione . "L'errore che abbiamo fatto nel 1994, è che avremmo dovuto ringraziare i guerrieri delle nostre lotte, avremmo dovuto dargli oro e pensioni e case, ma poi mandarli via per costruire un vero paese democratico", ha detto l'anno scorso. Si pensa che la decisione di Ramphele potrebbe essere stata innescata dalle rielezione di Jacob Zuma al vertice dell'ANC il mese scorso, un chiaro segno che il partito di governo non ha alcuna intenzione di cambiare rotta. Leon è scettico sulle reali chance di Ramphele: "Nelle periferie sarei molto sorpreso se una persona su cento avesse mai sentito parlare di lei", ha detto.

Justice Malala, un analista politico e giornalista, crede che Ramphele potrebbe avere un profondo impatto sul paese. "La grande battaglia per le elezioni del 2014 sarà tra la classe media, nera in particolare. Il grande problema per molti è l'ambiguità morale di Zuma sulla corruzione. Hanno bisogno di un'alternativa". Ha aggiunto: "Mamphela Ramphele è il tipo di persona con cui molti della classe media nera si possono identificare. Ha qualcosa di Obama come fascino e carisma"..

"Lei non ha appeal per il popolo ", dice invece  Andile Mngxitama. "E' legata al settore minerario dei bianchi. Lei non può pretendere di essere parte della coscienza nera".

Tutto fa pensare che Ramphele lancerà il suo partito politico nella capitale, Pretoria, il prossimo 12 febbraio. Fonte: The Guardian

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La donna che rivoluzionerà la politica sudafricana

Today è in caricamento