Domenica, 17 Ottobre 2021
Germania

In piazza contro la Bce a Francoforte: arrestati otto parlamentari

Il gruppo parlamentare della Die Linke è sceso in strada al fianco dei manifestanti di "Blocupy" per cercare di mediare il rapporto con le forze dell'ordine. Tutto inutile: arrestati gli otto parlamentari, fermati numerosi manifestanti

FRANCOFORTE - Da tutta Europa per manifestare contro l'austerity e contro il potere delle banche, con un nome che la dice tutta: "Blockupy". Ventimila persone, poche migliaia per le forze dell'ordine, si sono date appuntamento a Francoforte, sede della Banca centrale europea, per esprimere tutto il loro dissenso. Una protesta cominciata il 31 maggio e finita domenica sera, non senza problemi.

Mentre i manifestanti "assediavano" la Bce, infatti, la polizia tedesca ha deciso di circondare il corteo e spezzarlo in due per isolare i gruppi considerati violenti. Gruppi che, però, non hanno indietreggiato e hanno continuato nei loro cori, canti e balli. Ne sono nati scontri, feriti e numerosi arresti.

A nulla è valsa nemmeno la presenza di otto parlamentari tedeschi. Nè tanto meno la spiegazione di Willy Van Doyen, capogruppo al parlamento tedesco della Die Linke: "Noi siamo proteggendo la democrazia". Niente da fare: arrestati gli otto parlamentari, arrestati altri centinaia di manifestanti. Tutti vengono portati via mentre urlano: "Vergognatevi, il mondo vi sta guardando". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In piazza contro la Bce a Francoforte: arrestati otto parlamentari

Today è in caricamento