rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
SPAGNA / Spagna

Spagna, manifestazioni in 60 città contro crisi e austerità

La Spagna è scesa in piazza per denunciare l’aggravarsi della disoccupazione e l’incapacità del governo e dell’Europa di far fronte alla crisi. Le manifestazioni si sono svolte in più di 60 città

La disoccupazione a Madrid e Barcellona è ormai superiore al 26%. La Spagna è scesa in piazza per denunciare l’aggravarsi della disoccupazione e l’incapacità del governo e dell’Europa di far fronte alla crisi. Le manifestazioni si sono svolte in più di 60 città.

In prima fila i sindacati, che puntano il dito contro le politiche europee, ritenute inadeguate per affrontare problematiche complesse come quelle che la Spagna sta vivendo in questi anni. "L’Unione Europea mantiene politiche di austerità che stanno dimostrando totale inefficacia. E’ un vero suicidio" dice Ignacio Fernàndez Toxo, portavoce della Ccoo. Tra i 150 organizzatori compaiono sindacati dei settori edile, automobilistico, delle industrie televisive, così come della polizia e dei servizi sanitari.

A Madrid il corteo che si è snodato per le vie della città ha chiesto, oltre alla fine delle misure di austerità attuate dal governo, di far luce sugli scandali di corruzione in seno al partito popolare. Riferimenti anche alla casa reale spagnola, visto che il genero di re Juan Carlos, Inaki Urdangarin, è sotto indagine perché sospettato di appropriazione indebita di diversi milioni di euro.

Una manifestante dice: "Il numero di disoccupati è talmente alto che i più giovani ritengono ormai che per loro non ci sia futuro. Stiamo minando le loro esistenza".  Javier Alonso, disoccupato di 55 anni, spiega il significato della protesta. La riforma del lavoro portata avanti dal governo ha eroso l'occupazione non facendo nulla contro la recessione. "Tutto quello che hanno ottenuto è dare ai datori di lavoro maggiori possibilità di licenziare i dipendenti e noi 50enni siamo stati premiati con licenziamenti a basso costo, che ci hanno semplicemente scaricato per strada", dice.

Il governo Rajoy ha dato il là a una serie di misure di austerità, innalzamento delle imposte e dell’Iva in particolare, con lo scopo di risparmiare 150 miliardi di euro entro la fine del prossimo anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spagna, manifestazioni in 60 città contro crisi e austerità

Today è in caricamento