Giovedì, 4 Marzo 2021
l'ex moglie: "Una vergogna"

Una sala da biliardo col bagno chimico: qui è morto Maradona

Degrado e solitudine nell'ultimo alloggio del Pibe de Oro. L'ex moglie Claudia Villafane: "Una vergogna"

Nella foto Diego Armando Maradona

"Una vergogna", così Claudia Villafane ha commentato l'ultimo alloggio di Diego Armando Maradona, dove è morto mercoledì scorso a causa di un arresto cardiaco. L'ex moglie del Pibe de Oro, come riporta il Corriere della Sera, si è confidata con un suo amico: "Se fossi entrato dove viveva Diego, saresti morto anche tu". Il quotidiano descrive minuziosamente l'ultima stanza del campione argentino: "Un materasso matrimoniale nero, senza lenzuola, con un televisore mezzo incellofanato e rovesciato sopra; l'affaccio su un canale e le finestre prive di tapparelle; un angolo cottura e box di panini sbocconcellati; scaffali vuoti e sul pavimento sporte di carta piene di panni, vicine a sacchi di plastica con effetti personali. Niente che somigli a un'assistenza ospedaliera domiciliare. Nessun defibrillatore, né bombole a ossigeno. Nulla che servisse ad assistere un paziente grave e incapace di badarease stesso".

Maradona, "mistero sulla caduta prima di morire". E spunta il suo ultimo audio

Situata al piano terra di una villa del ricco quartiere di San Andreas, la camera in cui è morto Maradona era la sala biliardo, con un cucinotto e un bagno chimico. Doveva essere un appoggio provvisorio, dove trascorrere la convalescenza, invece si è trasformata nella sua ultima abitazione, decisamente molto lontana dai lussi a cui era abituato. "Stava lì perché non poteva salire le scale" spiega il suo avvocato Matias Morla, ma il degrado che emerge dai racconti non ha giustificazioni. 

"Le condizioni di Maradona gestite in maniera disastrosa"

Le testimonianze sono agghiaccianti: "Quando siamo entrati in quel posto tutto era molto precario e sconcertante - ha raccontato una fonte alla polizia argentina - Le prove, le testimonianze, i rilievi indicano che le condizioni di salute di Maradona sono state gestite in maniera disastrosa. Un caos". E su quel caos si sta indagando, a partire dalle presunte responsabilità del medico personale di Maradona, Leopoldo Luque, fino ad arrivare alla famiglia del campione. La domanda è una: perché è stato lasciato solo?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una sala da biliardo col bagno chimico: qui è morto Maradona

Today è in caricamento