Lunedì, 27 Settembre 2021
La manifestazione

"Parigi capitale del mondo": marcia contro il terrorismo

Due milioni di persone nella capitale francese per la marcia repubblicana, alla quale partecipano i leader di tutta Europa. Mobilitati duemila poliziotti: è allerta sicurezza

PARIGI - In piazza per l'orgoglio, in piazza contro il terrorismo. Dopo l’attacco al giornale satirico Charlie Hebdo e le giornate di terrore in Francia, a Parigi è andata in scena la grande "marcia repubblicana". La città era blindatissima: al corteo, partito alle 15, c'era una folla oceanica. Il timore di molti, alla vigilia, era dovuto a possibili nuovi attentati. Ma nulla ha fermato la marcia contro il terrore.

In piazza c'erano famiglie, bambini e capi di Stato di tutto il mondo per commemorare le vittime delle stragi dei giorni scorsi. "Oggi Parigi è la capitale del mondo", ha detto il presidente Hollande poco prima della partenza. Il ministro dell’interno francese Bernard Cazeneuve aveva annunciato "misure del tutto eccezionali per garantire la sicurezza della manifestazione". Per l’evento sono stati infatti mobilitati duemila poliziotti e 1350 militari. Sono stati almeno due milioni i manifestanti scesi in piazza per la marcia dedicata alle vittime del commando terrorista che per tre giorni ha tenuto il mondo col fiato sospeso.

A PARIGI ANCHE MATTEO RENZI - Al fianco del presidente francese, Francois Hollande, ci sono tutti i principali leader europei, a partire dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi. A Parigi anche il premier britannico David Cameron, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il primo ministro spagnolo Mariano Rajoy e quello turco Ahmet Davutoglu. Presente anche l’Alto rappresentante per la Politica estera dell’Unione europea, Federica Mogherini. Ma non ci saranno solo i leader europei: presenti anche il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, il premier ungherese Viktor Orban, il presidente ucraino Petro Poroshenko e il presidente del Mali, Ibrahim Boubacar Keita.

parigi2-2

Delegazione anche dal Marocco rappresentato dal ministro degli Esteri, Salaheddine Mezouar, ma Rabat ha fatto sapere che "in caso di caricature del profeta durante la marcia il ministro lascerà la manifestazione". Presente anche l’Egitto, la cui delegazione sarà guidata ministro degli Esteri, Sameh Shoukry. In piazza anche il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu. In un primo momento la sua presenza al corteo era stata esclusa per motivi di sicurezza.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Parigi capitale del mondo": marcia contro il terrorismo

Today è in caricamento