rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Mondo Francia

In corsa per l'Eliseo, Le Pen attacca: "Basta scuola gratis per gli immigrati irregolari"

Polemiche dopo le parole della leader del Front National, in corsa per le presidenziali del 2017

"La ricreazione è finita". Marine Le Pen, in corsa per le presidenziali francesi del 2017, alza di nuovo i toni e torna su un vecchio cavallo di battaglia: l'immigrazione. La leader del Front National attacca stavolta i figli degli immigrati irregolari. "Non ho niente contro gli stranieri, a loro dico: 'Se venite nel nostro paese, non vi aspettate di essere curati e che i vostri bambini vengano educati gratuitamente. Ora basta, è finita la ricrezione'", ha dichiarato l'esponente dell'estrema destra francese. "Voglio la fine della formazione automatica e gratuita per i figli degli immigrati clandestini. I figli di genitori stranieri arrivati da poco in Francia dovranno versare un contributo per le scuola pubblica". 

La formazione scolastica gratuita è un principio di uguaglianza indicato nel preambolo della Costituzione francese del 1946 e in quello della Carta del 1958: "La nazione garantire la parità di accesso di bambini e adulti all'istruzione, alla formazione professionale e alla cultura. L'organizzazione dell'insegnamento pubblico gratuito e laico a tutti i livelli è un dovere dello Stato"

Ma per Marine Le Pen, ancora una volta vale il motto: "prima i francesi", visto che finora "la Francia è stata troppo generosa" e quindi " è normale che la solidarietà nazionale e l'accesso alle prestazioni gratuite siano anzitutto riservate ai francesi che le pagano e i cui genitori hanno pagato per tutta la vita". 

Immediate le reazioni. La ministro dell'Istruzione Najat Vallaud-Belkacem ha condannato con forza le parole del leader del FN. "Madame Le Pen dà prova di un'indifferenza totale verso situazioni umanamente terribili", ma non solo: denota anche "scarsa conoscenza dei principi repubblicani e di tute le convenzioni internazionali sottoscritte in Francia", ha dichiaratoPer laportavoce del Partito socialista Corinne Narassiguin si tratta di una "enorme provocazione", che mostra "il vero volto del FN", un partito che "è cresciuto mettendo i poveri e più deboli gli uni contro gli altri, ha storpiato il patriottismo dando gli immigrati in pasto alla vendetta popolare alimentata dall'odio". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In corsa per l'Eliseo, Le Pen attacca: "Basta scuola gratis per gli immigrati irregolari"

Today è in caricamento