rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Mondo Francia

Migranti, Le Pen attacca Papa Francesco: "La Chiesa non faccia politica"

"Che faccia appello alla carità, all'accoglienza dell'altro, dello straniero non mi pare affatto strano, ma che pretenda che gli Stati non mettano delle condizioni all'accoglienza di una immigrazione massiccia costituisce secondo me una questione politica e anche un'ingerenza, dal momento che è anche un capo di Stato": duro attacco di Marine Le Pen a una settimana dalle elezioni più incerte nella storia repubblicana

Duro attacco di Marine Le Pen contro il Papa e la Chiesa. "Estremamente credente, ma arrabbiata con la Chiesa": così si è definita la candidata dell'ultradestra francese all'Eliseo, Marine le Pen, in un'intervista rilasciata al quotidiano cattolico La Croix.

"Penso che la Chiesa si immischi di tutto salvo delle cose che le competono: la Conferenza Episcopale francese si interessa a volte di cose che non la riguardano, in particolare dando delle indicazioni politiche, non credo che le religioni debbano dire ai francesi chi votare", ha continuato Le Pen.

Se fosse eletta tuttavia non avrebbe problemi ad invitare il Papa: "Lo farei con piacere: che faccia appello alla carità, all'accoglienza dell'altro, dello straniero non mi pare affatto strano, ma che pretenda che gli Stati non mettano delle condizioni all'accoglienza di una immigrazione massiccia costituisce secondo me una questione politica e anche un'ingerenza, dal momento che è anche un capo di Stato".

SONDAGGI - Si vota tra una settimana, e mai come stavolta l'esito delle elezioni appare incerto in Francia. Emmanuel Macron, in testa, e Marine Le Pen batterebbero nettamente i loro inseguitori, Jean-Luc Mélenchon e François Fillon, al primo turno delle elezioni presidenziali. Lo rivela un sondaggio Odoxa Dentsu consulting diffuso poche ore fa.

L'ex ministro dell'Economia, che guadagna un punto, attestandosi al 24,5%, rispetto alla precedente inchiesta dello stesso istituto del 7 aprile, si qualificherebbe al secondo turno insieme alla candidata di estrema destra, stabile al 23% delle intenzioni di voto, secondo il sondaggio realizzato per Le Point. Dietro al duo di testa, il candidato della France insoumise Jean-Luc Mélenchon arriva terzo al 19%, pari ad un aumento di un punto, davanti al candidato della destra François Fillon, stabile al 18,5% dei voti. Il socialista Benoît Hamon perde ancora un punto raggiungendo solo l'8%.

Al secondo turno, Emmanuel Macron vincerebbe con il 61% dei voti contro il 39% a Marine Le Pen. Ma il 26% delle persone intervistate preferisce non pronunciarsi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Le Pen attacca Papa Francesco: "La Chiesa non faccia politica"

Today è in caricamento