rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
MAROCCO / Marocco

Marocco, respinta la nave per la libertà d'aborto

La spedizione era stata organizzata dall'organizzazione olandese, che da anni si batte per garantire alle donne la libertà di abortire

E' stata costretta ad abbandonare il Marocco l'imbarcazione di “Women on Waves”, l'Ong olandese che da anni si batte per garantire alle donne il diritto di abortire.

La nave era riuscita ad attraccare ieri al porto di Smir, dove è stata accolta dalle proteste di alcuni manifestanti, legati a partiti religiosi. E' stato poi lo stesso ministro della Sanità, come riferisce la Bbc, a chiedere alle autorità che venissero usate delle misure legali per impedire agli attivisti di entrare nel territorio marocchino. 

Era la prima volta che l'imbarcazione di “Women on Waves” faceva tappa in un Paese musulmano. L'organizzazione era stata invitata dalle attiviste di un'associazione locale, il “Mouvement Alternatif pour les libertés individuelles” (Movimento alternativo per le libertà individuali, Mali).

78 decessi ogni anno - In Marocco l'interruzione di gravidanza è illegale, e viene praticata solo nei casi in cui è a rischio la vita della madre. Coloro che violano questa norma rischiano fino a 5 anni di carcere, ma nonostante questo ogni giorno nel Paese si praticano tra i 600 e gli 800 aborti clandestini. Ogni anno sono circa 78 le donne che perdono la vita a causa di queste operazioni.   

L'imbarcazione, navigando in acque internazionali, è in grado di fornire alle donne la pillola per l'interruzione di gravidanza, anche se lo scopo principale dell'organizzazione è quello di dare informazioni sui metodi contraccettivi, promuovendo l'idea che un aborto sicuro è possibile. 

In questi 11 anni la nave ha fatto tappa in Polonia, Irlanda, Spagna e Portogallo, tirandosi addosso le critiche delle organizzazioni religiose. “Immagino che tutto questo possa essere percepito come una provocazione – aveva ammesso alcuni giorni fa Rebecca Gomperts, fondatrice dell'Ong – ma qui è in gioco la salute delle donne. La religione non c'entra niente”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marocco, respinta la nave per la libertà d'aborto

Today è in caricamento