rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
MESSICO / Messico

Messico, guerra dei narcos, trovati 14 cadaveri

Non si ferma lo scontro tra il Cartello del Golfo e Los Zetas. I corpi ritrovati in un furgone a Ciudad Mante

Non si ferma la conta dei morti in Messico, Paese devastato dalla guerra dei narcotrafficanti.

14 corpi smembrati sono stati trovati in un camion nella città di Ciudad Mante, nello stato di Tamaulipas. Ancora non è chiaro chi abbia commesso il delitto ma, come scrive la Bbc, un messaggio ritrovato all'interno della vettura collegherebbe l'assassinio alle guerra dei narcos. 

A dare l'allarme è stato un uomo insospettito dalla presenza del camion parcheggiato in divieto di sosta, proprio di fronte al municipio. La notizia del macabro ritrovamento si è subito diffusa su Twitter e sui social network. 

Le vittime, 11 uomini e 3 donne, non sono ancora state identificate. I corpi sono stati ritrovati proprio all'indomani della visita nella città di Enrique Pena Nieto. Il candidato alle elezioni presideziali ha promesso, in caso di vittoria, di impegnarsi a ridurre il numero degli omicidi.

Tamaulipas si trova proprio al confine con gli Stati Uniti, e rappresenta uno degli snodi principali per il traffico della droga. Da anni il monopolio del commercio di stupefacenti è al centro della guerra che si combatte tra le due maggiori organizzazioni criminali del Messico, il Cartello del Golfo e Los Zetas.

Almeno 50mila persone hanno perso la vita a partire dal 2006, anno in cui il presidente Felipe Calderon ha deciso di ricorrere all'esercito per combattere le organizzazioni criminali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messico, guerra dei narcos, trovati 14 cadaveri

Today è in caricamento