rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
MESSICO

Messico, 132 detenuti scavano un tunnel e scappano dalla prigione

La maxi evasione è avvenuta vicino al confine con gli Stati Uniti. Il procuratore: "Non ha senso"

E' un'evasione davvero rocambolesca quella che hanno organizzato 132 detenuti messicani, fuggiti ieri dalla prigione di Piedras Negras, nello stato di Coahuila, non lontano dal confine con gli Stati Uniti.  

I detenuti hanno scavato un tunnel lungo 7 metri e largo 1,20, posto a più di 2 metri di profondità. I prigionieri hanno poi tagliato il filo spinato che cingeva il carcere, e sono scappati “uno ad uno”. Il direttore e due impiegati della prigione sono stati fermati dalle autorità, che non escludono un loro coinvolgimento nell'evasione. 

Il procuratore: "Non ha senso" - Il tunnel “non è stato fatto oggi, era lì da mesi” ha commentato il procuratore generale Homero Ramos Gloria. “La prigione non era sovraffollata, nessuna delle nostre prigioni lo è. Abbiamo 132 detenuti che sono fuggiti grazie ad un tunnel e questo non ha senso” ha dichiarato Ramos, come riporta il Denver Post.

Le autorità hanno intanto dato il via ad una vera e propria caccia all'uomo, che è stata estesa anche agli stati limitrofi. Il governo ha promesso una ricompensa di 200mila pesos (12mila euro) per tutti coloro che forniranno “delle informazioni credibili che possano portare alla cattura dei criminali”, come scrive Le Monde

Non è la prima volta che alcuni detenuti riescono a fuggire da una prigione messicana. Nel dicembre del 2010, 153 persone scapparono da un carcere nella città di Nuevo Laredo, grazie anche all'aiuto di 41 guardie. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messico, 132 detenuti scavano un tunnel e scappano dalla prigione

Today è in caricamento