Migranti, in 150 su una barca in avaria: a bordo urla e panico

Al largo della Libia. Soccorsi in arrivo con un'imbarcazione della cosiddetta Guardia Costiera Libica. Alarm Phone: "Ritornare in una zona di guerra è l'unica opzione lasciata dall'Europa, ma è meglio che annegare"

Foto: Ansa (repertorio)

Una barca con 150 persone a bordo, tra cui molte donne e bambini, è in avaria al largo della Libia.L'allarme è stato lanciato da Alarm Phone di Watch The Med, precisando di essere in contatto con l'imbarcazione da questa mattina e di averne trasmesso "la posizione al Centro di coordinamento del soccorso marittimo di Roma". Secondo gli attivisti "il motore della barca è rotto e sta imbarcando acqua".

Da parte sua, Mediterranea ha fatto sapere di essere con la propria nave Mare Jonio "a quasi 100 miglia" e di essere disponibile a intervenire. "Salvateli!", è l'appello lanciato dall'ong italiana.

Migranti, la Guardia Costiera libica è stata informata

"Le autorità italiane, maltesi e libiche sono state informate" aggiunge Alarm Phone. "A bordo urla e panico. I migranti stanno usando vestiti per cercare di bloccare il buco. Urge soccorso immediato!". Poi sempre su Twitter Alarm Phone ha fornito aggiornamenti: "Abbiamo saputo che un velivolo  si sta dirigendo nella zona, e pare che un'imbarcazione della cosiddetta Guardia Costiera Libica si stia avviando. Ritornare in una zona di guerra è l'unica opzione lasciata dall'Europa, ma è meglio che annegare".

Migranti, Mediterraneo "dei bambini": 3.800 in Europa via mare in tre mesi (e tornano le Ong)

L'ultima posizione nota del barcone:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

migranti-14-5

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

Torna su
Today è in caricamento