Lunedì, 14 Giugno 2021
dall'estero

Troppi migranti sui treni, Budapest chiude la stazione: è caos

Centinaia di profughi manifestano contro la decisione delle autorità ungheresi di chiudere lo scalo ferroviario in entrata e in uscita. Traffico sospeso "fino a nuovo ordine"

Ore di caos a Budapest, dove la stazione ferroviaria di Keleti è stata chiusa a causa dell’arrivo di treni con a bordo centinaia di migranti diretti verso Austria e Germania. La misura è stata decisa dalle autorità a causa della presenza di un gran numero di migranti. "Nessun treno lascerà o arriverà alla stazione di Keleti sino ad ulteriore ordine. Preghiamo tutti di abbandonare i locali della stazione", ammoniva un annuncio diffuso tramite altoparlanti nella stazione, mentre agenti della polizia facevano sgomberare le persone presenti. 

Centinaia di migranti in attesa di poter partire da Budapest hanno improvvisato una manifestazione davanti alla stazione, subito dopo l'ordine di evacuazione diffuso tramite altoparlanti. La folla, in gran parte composta da giovani uomini, grida: "Germania, Germania!", "Vogliamo partire!" e, ancora, "Merkel", in riferimento alla cancellliera tedesca. Dopo un nuovo tentativo, stamattina, da parte di circa 500 migranti di salire a bordo dell'ultimo treno per Vienna, la polizia ha avviato lo sgombero della stazione di Keleti. 

Durante il mese di agosto circa 2000 migranti si sono riversati verso l'Ungheria - Paese membro della zona di libera circolazione Schengen - che tuttavia ha sostenuto di non poter emettere visti europei per lasciarli procedere verso Ovest. Solo in agosto, circa 50mila migranti sono entrati in Ungheria, i più con la speranza di poter arrivare in Germania.

Treni carichi di migranti dall'Ungheria sono giunti a Vienna, facendo registrare nella capitale austriaca un flusso record di 3.650 arrivi in un solo giorno dall'inizio dell'anno. Una marcia, quella dei migranti, intrapresa dopo che le autorità ungheresi hanno permesso alle persone bloccate nei campi profughi temporanei di lasciare Budapest nonostante molti di loro non abbiano visti Ue. "Siamo ancora in fase di verifica di quanti di loro siano in realtà dei richiedenti di asilo", ha detto a France Press, un portavoce della polizia austriaca Patrick Maierhofer. Lunedì sera, diversi treni con a bordo centinaia di migranti sono arrivati a Vienna da Budapest, come aveva annunciato la polizia, dopo che per varie ore erano rimasti bloccati alla frontiera austriaca. Una volta arrivati alla stazione Vienna Westbahnhof, molti dei migranti sono saliti a bordo di un treno diretto a Salisburgo, mentre altri hanno preso un altro convoglio diretto a Monaco di Baviera, sotto l'occhio vigile delle forze dell'ordine.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi migranti sui treni, Budapest chiude la stazione: è caos

Today è in caricamento