Domenica, 26 Settembre 2021
Migranti

Migranti, l'Ue batte un colpo: "È ora di chiudere la rotta dalla Libia all'Italia"

Il presidente del consiglio europeo Donald Tusk detta la linea: "Il flusso non è più sostenibile". Bloccare l'arrivo dei migranti? "È un obiettivo alla nostra portata. Ne ho già parlato con Gentiloni"

Bloccare l'arrivo dei migranti sulle coste italiane? Si può fare. Parola di Donald Tusk, presidente del consiglio europeo, che ha tracciato la linea da seguire in un incontro a Bruxelles con il primo ministro libico Fayez al-Sarraj. Secondo Tusk, il flusso di migranti che dalla Libia arrivano in Europa lungo la rotta del Mediterraneo centrale non è più "sostenibile". 

Domani, al vertice informale dei capi di Stato e di governo dell'Ue a Malta, "proporremo misure operative per rafforzare il nostro lavoro e gestire meglio le rotte migratorie", ha aggiunto Tusk.

I dettagli del piano, dunque, saranno rivelati solo domani, ma stando a quanto afferma Tusk l'obiettivo non è irrealizzabile: "L'Europa ha dimostrato di essere in grado di chiudere le rotte dell'immigrazione illegale, come ha fatto nel Mediterraneo Orientale. Abbiamo discusso di questo esempio: ora è tempo di chiudere la rotta dalla Libia all'Italia". 

"Ne ho parlato a lungo con il primo ministro italiano Paolo Gentiloni", ha riferito il presidente del Consiglio europeo, osservando che si tratta di un obiettivo "alla nostra portata". Ma, ha concluso, "quello di cui abbiamo bisogno è la piena determinazione a farlo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, l'Ue batte un colpo: "È ora di chiudere la rotta dalla Libia all'Italia"

Today è in caricamento