Lunedì, 20 Settembre 2021
Mondo

Summit sui migranti a Parigi: Francia, Germania e Spagna promuovono l'Italia

Nel documento finale, visionato dall'Ansa, Parigi, Berlino e Madrid sembrano propensi a sostenere l'Italia su tutta la linea per gli accordi con la Libia e le Ong

Nel documento finale del summit di Parigi sull'immigrazione tra Italia, Spagna, Francia e Germania, i punti focali dovrebbero essere proprio il sostegno all'Italia, la creazione di nuovi centri di accoglienza modello hotspot in Libia, aiuto finanziario a Tripoli e il rispetto dei diritti umani.

Sembra prevalere quindi la linea voluta dall'Italia. Secondo le anticipazioni riportate dall'Ansa, nella dichiarazione finale verrà scritto che "Germania, Francia, Spagna e Alto rappresentante Ue si felicitano per le misure prese dall'Italia nel rispetto del diritto internazionale".

Condivisione anche sul discusso codice che le Ong che operano nell'ambito del salvataggio dei migranti devono sottoscrivere: si tratta di un "passo in avanti positivo che consente di migliorare coordinamento ed efficacia dei salvataggi". I capi di Stato e di governo "chiedono a tutte le Ong che operano in zona di firmare il codice e rispettarlo". Nel documento  del vertice si legge inoltre che "il progetto di cooperazione con 14 comunità locali sulle rotte migratorie in Libia è molto opportuno".

Parigi, Berlino e Madrid sembrano propensi a sostenere l'Italia e si dimostrano anche disposti "a intensificare i ricollocamenti come il personale necessario a Frontex e all'Ufficio europeo che si occupa della materia dell'asilo". Al summit parteciperà anche il premier libico Fayex Al Serraj.

Così la brigata 48 blocca gli sbarchi dei migranti verso l'Italia

Dal canto suo, la cancelliera tedesca Angela Merkel, in un'intervista alla Welt am Sonntag alla viglia del vertice, aveva bocciato il regolamento di Dublino e ribadito la necessità delle quote di rifugiati da distribuire in tutti i Paesi europei "in modo solidale". Queste le sue parole: "“Tutti in Europa devono accettare che il vecchio sistema-Dublino non è sostenibile. Non è possibile che la Grecia o l’Italia da sole debbano sopportare tutti gli oneri solo perché la loro posizione geografica è quella che è". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Summit sui migranti a Parigi: Francia, Germania e Spagna promuovono l'Italia

Today è in caricamento