rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Mondo Australia

Minaccia con un'ascia i passanti e viene colpita con il taser dalla polizia: muore 47enne

È la seconda volta che accade nel Paese dall'inizio dell'anno. Lo scorso maggio, un'anziana donna di 95 anni è morta dopo essere stata colpita dalla scarica di una pistola elettrica

Un'altra donna è morta nel Nuovo Galles del Sud, in Austrialia, dopo essere stata colpita con la scarica elettrica di un taser dalla polizia. Questa volta a spirare è una 47enne che è stata colpita dalla pistola elettrica in dotazione alla polizia dopo aver minacciato con un'ascia prima un passante e poi agenti, per poi barricarsi in un appartamento nel quartiere di Stockton, a Newcastle. È accaduto ieri 14 settembre. 

Stando alla ricostruzione fornita dal vice commissario della polizia del Nuovo Galles del Sud, Peter McKenna rilasciate ai media, gli agenti tattici hanno fatto irruzione nella casa a Stockton intorno alle 21:30 di giovedì, circa nove ore dopo che era stato richiesto l'intervento della polizia.  McKenna ha raccontato che gli agenti locali hanno tentato di negoziare con la donna per "un bel po' di tempo" dopo che lei si era barricata all'interno dell'appartamento. Successivamente è stata chiamata la polizia specializzata, che ha fatto irruzione nell'abitazione. Le unità tattiche hanno così esploso un proiettile che ha raggiunto alla spalla la donna, poi colpita con una pistola elettrica prima di essere arrestata e portata via in ambulanza. La donna è poi morta in ospedale e l'autopsia dovrà chiarire le cause del decesso. È stata avviata un'indagine interna alla polizia dalla Law Enforcement Conduct Commission. 

Il decesso della donna apre un dibattito a livello nazionale sull'uso del taser, a seguito del secondo incidente mortale avvenuto da inizio anno con l'arma in dotazione delle forze dell'ordine in Australia.

Anziana di 95 anni col deambulatore colpita col taser, è gravissima: sospeso il poliziotto

Lo scorso maggio un agente è stato accusato di più reati per aver sparato con l'arma immobilizzante contro una donna di 95 anni. Clare Nowland, una bisnonna affetta da demenza, è morta una settimana dopo essere stata colpita con il taser dall'agente Kristian White. L'episodio è avvenuto in una casa di cura di Nowland, nella città di Cooma, dov'era ospitata, che aveva dato l'allarme alla polizia segnalando la residente con un coltello. Stando alla versione della polizia, l'anziana impugnava un deambulatore e un coltello da bistecca con la lama seghettata preso dalla cucina della casa di cura, che si sarebbe rifiutata di consegnare agli agenti. Per cui l'agente White l'avrebbe colpita con il taser, facendola cadere e terra, dove ha battuto la testa, riportando un'emorragia cerebrale. 

Secondo la ricostruzione più recente dell'evento, i dipendenti della casa di riposo avevano chiamato la polizia dicendo che c'era una donna "armata di coltello". I poliziotti avrebbero dunque invitato la donna a gettare l'arma, ma lei avrebbe continuato a muoversi contro di loro seppure "a passo lento" in quanto costretta a muoversi con un deambulatore. L'agente è stato processato con l'accusa di lesioni personali gravi colpose e aggressione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia con un'ascia i passanti e viene colpita con il taser dalla polizia: muore 47enne

Today è in caricamento