Mercoledì, 28 Luglio 2021
Mondo

Monsoni nel sud-est asiatico: più di 150 morti

Sono 83 le vittime nella sola Cambogia, circa la metà dei quali bambini

Più di 150 persone sono morte dal mese di settembre in seguito alle inondazioni provocate dalle piogge monsoniche nel sud-est asiatico, dalla Cambogia alla Thailandia, passando per il Vietnam.

Secondo l'ultimo bilancio diffuso oggi, in Cambogia sono stati registrati 83 morti, circa la metà dei quali bambini, mentre più di 10mila famiglie hanno dovuto abbandonare le proprie case. Le piogge intense hanno inoltre fatto cadere un albero di trenta metri sul sito del tempio khmer di Angkor Wat, nei pressi della città di Siem Reap, causando lievi danni.

In Thailandia, il numero delle vittime è salito a 34, mentre 1,9 milioni di persone hanno subito danni ai loro beni immobili, case o negozi, danneggiati dalle alluvioni. In Vietnam, colpito a fine settembre dal tifone Wutip, il bilancio è salito a 40 morti.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monsoni nel sud-est asiatico: più di 150 morti

Today è in caricamento