rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Il dramma / Camerun

Ressa fuori dallo stadio, almeno 8 morti alla Coppa d'Africa

La tragedia a Youandè, in Camerun. Tra le vittime ci sarebbe anche un bambino, mentre un neonato è stato portato in ospedale

Almeno 8 persone, tra cui anche un bambino, sarebbero morte nella calca che si è creata all'esterno dello Stade d'Olembe, a Youandè, in Camerun, dove si è svolta la partita tra i padroni di casa e le Isole Comore valida per gli ottavi di finale della Coppa d'Africa.

Secondo quanto reso noto dalle autorità, una folla di tifosi si sarebbe accalcata fuori dallo stadio, cercando di sfondare i cancelli per entrare nell'impianto da 60mila posti con un accesso limitato all'80% a causa del Covid-19. A un certo punto le protezioni non hanno retto e si sarebbe creata una calca che, avrebbe causato la morte di 8 persone e il ferimento di altre 50 circa, alcune delle quali in gravi condizioni come affermato da un'infermiera dell'ospedale Messassi. "Le vittime potrebbero essere di più", ha detto Naseri Paul Biya, governatore della regione centrale del Camerun.

Secondo il ministero della Salute, anche un neonato sarebbe stato calpestato dalla folla. Il neonato, "immediatamente soccorso e portato all'ospedale generale di Yaoundé" è in condizioni "clinicamente stabili", ha fatto sapere il ministero.

L'incidente di Younadè ricorda da vicino quanto capitato nel 2017, quando una calca allo stadio Demba Diop di Dakar, in Senegal, aveva provocato 8 morti. Nel 2001, 43 persone erano cercando di entrare allo stadio Ellis Park di Johannesburg, in Sud Africa. Sempre nel 2001, 126 persone erano morte ad Accra, in Ghana, durante degli scontri tra fifosi. La polizia aveva sparato gas lacrimogeni e gli spettatori, volendo fuggire, avevano trovato i cancelli dello stadio chiusi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ressa fuori dallo stadio, almeno 8 morti alla Coppa d'Africa

Today è in caricamento