rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
SIRIA / Siria

Sale a 83 morti il bilancio delle vittime degli attentati a Damasco

Quella di ieri è stata la giornata più sanguinosa nella capitale siriana dall'inizio del conflitto

Almeno 83 persone sono rimaste uccise nella lunga serie di attentati compiuti a Damasco ieri, la giornata più sanguinosa nella capitale siriana dall'inizio del conflitto. E' questo il nuovo bilancio dell'Osservatorio siriano dei diritti umani (Osdh).
Il principale attacco è avvenuto in pieno centro di Damasco: un kamikaze ha fatto saltare in aria una auto imbottita di esplosivi nei pressi dell'ingresso della sede del partito Baath, al potere da mezzo secolo, uccidendo 61 persone, fra cui 17 membri delle forze governative.

Successivamente, lo stesso giorno un triplice attentato ha preso di mira delle sedi dei servizi di sicurezza nella zona di Barzé, nel nord di Damasco, uccidendo 22 persone, fra cui 19 membri delle forze governative. Un precedente bilancio era di 53 morti.
Il governo siriano ha accusato dei gruppi "terroristici" legati ad al Qaida di essere responsabili degli attentati. Anche l'opposizione siriana ha condannato gli attacchi, esprimendosi per la prima volta come Damasco e parlando pertanto di "un'azione terroristica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale a 83 morti il bilancio delle vittime degli attentati a Damasco

Today è in caricamento