Giovedì, 29 Luglio 2021
Yemen

Charlie Hebdo, ucciso il leader di al Qaeda che rivendicò la strage di Parigi

Nasser al-Ansi, considerato la mente dell'attacco al giornale satirico, è morto in un raid missilistico statunitense nello Yemen condotto da un drone

Nasser al-Ansi, importante esponente di al Qaeda nella Penisola arabica, che aveva rivendicato la strage alla sede parigina del settimanale francese Charlie Hebdo, è morto in attacco missilistico statunitense nello Yemen condotto da un drone, un velivolo armato teleguidato. Lo ha reso noto la stessa organizzazione terroristica.

Al-Ansi è stato colpito e ucciso nella località yemenita di Mukalla, conquistata recentemente dalle milizie islamiste. Nell'operazione sono state uccisi altri sette combattenti, tra i quali anche il figlio di al-Ansi.

Il volto di al-Ansi era divenuto particolarmente noto in occidente dopo l'attentato di Parigi. Fu proprio lui a rivendicare a nome di al Qaeda il massacro di 12 persone del 7 gennaio a Parigi.


Aqap (Al-Qaeda in the Arabian Peninsula) "rivendica la responsabilità di questa operazione di vendetta per il messaggero di Dio", aveva fatto sapere al-Ansi, definendo l'attacco come "la benedetta battaglia di Parigi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Charlie Hebdo, ucciso il leader di al Qaeda che rivendicò la strage di Parigi

Today è in caricamento