Domenica, 19 Settembre 2021
Isis

"Ucciso il leader di Isis": è mistero sulla sorte del califfo

Secondo la tv "al Arabiya", abu Bakr al Baghdadi sarebbe rimasto ucciso sabato in un raid americano vicino Mosul. Ma il portavoce di Isis smentisce su Twitter, su un profilo "sospetto": "Sta bene". E il governo iracheno ammette: "Ferito"

ROMA - Morto, ferito o illeso? E' mistero sulle condizioni del "califfo" Abu Bakr al Baghdadi, leader dei jihadisti dello Stato islamico. Secondo alcune indiscrezioni delle televisioni arabe il califfo sarebbe rimasto ferito o addirittura ucciso in un raid aereo vicino Mosul, in Iraq. Secondo il ministero dell'interno iracheno, riferisce l'agenzia "Nina", il califo sarebbe stato ferito, ma non sarebbe morto. Un portavoce dell'Isis, invece, avrebbe rassicurato tutti, tramite Twitter, sulle condizioni del leader jihadista. 

"Pensate che il califfato sarebbe finito con la morte del califfo? Noi annunciano che il leader Abu Bakr al Baghdadi sta bene, e gli auguriamo una pronta guarigione", avrebbe scritto al Adnani, portavoce dell'Isis, su un profilo Twitter, che potrebbe essere falso. E lo stesso Adnani potrebbe non essere più in vita, almeno secondo quanto annunciato nei giorni scorsi da fonti irachene.

Al Baghdadi sarebbe stato colpito sabato in un raid della coalizione nella zona di Mosul. A riferirlo, in una conversazione telefonica con "Nova", il generale Mohammed al Askara, consigliere per i media del ministero della Difesa. Il funzionario ha confermato che nell'operazione sono rimasti uccisi diversi esponenti di spicco del gruppo jihadista. Parole che, quindi, coincidono con quelle rilasciate dal comando centrale delle forze Usa, secondo cui Washington ha ragione di credere che nel convoglio colpito vi fosse un gruppo di leader dello Stato islamico. 

Secondo la tv al Hadath, del gruppo editoriale panarabo-saudita al Arabiya, nei bombardamenti di ieri su alcune postazioni dell'Isis a Qaim, ultima città irachena nella regione occidentale di al Anbar prima dell'ormai svanito confine con la Siria, è stata colpita una sede dello Stato islamico dove era in corso una riunione dei vertici del gruppo jihadista. E' stata la stessa al Arabiya, domenica, a rilanciare l'indiscrezione per cui al Baghdadi avrebbe perso la vita nel raid americano. L'Isis, però, ha smentito e augurato pronta guarigione al suo leader. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ucciso il leader di Isis": è mistero sulla sorte del califfo

Today è in caricamento