Mercoledì, 14 Aprile 2021
Stati Uniti d'America

Gabriel non ce l'ha fatta: il padre si era tatuato la sua cicatrice

Il bimbo statunitense di 9 anni, da tempo malato di cancro, è morto a Lawrence in Kansas. Il suo caso divenne celebre quando il padre decise di tatuarsi una cicatrice uguale alla sua

Gabriel e Josh J-Mash Marshall

Il piccolo Gabriel non ce l'ha fatta. Il bimbo di 9 anni di Lawrence, in Kansans (Stati Uniti), era divenuto celebre quando il padre,  Josh J-Mash Marshall aveva deciso di tatuarsi la stessa cicatrice dell'operazione al cervello che aveva il figlio, da tempo malato di cancro.

Il 2 febbraio il bimbo non ha superato l'ultima crisi ed è morto. A dare il triste annuncio su Facebook è stato il padre di Gabe, come veniva chiamato in famiglia, dove l'uomo aveva raccontato la battaglia del piccolo contro il cancro, che adesso è terminata, nel peggiore dei modi. 

Schermata 2018-02-03 alle 11.14.46-2

Nelle ultime ore le condizioni di Gabriel avevano subito un brusco peggioramento, con il bimbo che soffriva forti dolori, nonostante l'impegno dei medici che lo avevano in cura nell'ospedale di  Lawrence. Gli ultimi post su Facebook di Josh J-Mash Marshall sono strazianti: “Ho il cuore spezzato”. Adesso il piccolo Gabriel ha aperto le sue ali.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gabriel non ce l'ha fatta: il padre si era tatuato la sua cicatrice

Today è in caricamento