rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Mondo Svizzera

Muore dopo immersione in un lago ghiacciato: aperta un'inchiesta

Aveva 48 anni: l'uscita organizzata da un circolo di sub estremo

Un cittadino italiano di 48 anni domiciliato nel Cantone di Ginevra (Svizzera) è morto durante la serata di domenica all'ospedale universitario di Losanna, dove era stato ricoverato a seguito di un incidente subacqueo.

Sabato pomeriggio verso le 15 - fa sapere oggi la polizia del Canton Vallese - l'uomo, per cause da accertare, aveva perso conoscenza durante un'immersione nel lago ghiacciato di Taney, a circa 1.400 metri di quota, nel comune di Vouvry. Si trattava di un'uscita organizzata da un circolo di immersione sotto ghiaccio: proprio grazie al rapido intervento degli altri partecipanti è stato possibile estrarlo dal lago. Le sue condizioni sono apparse da subito critiche.

Dopo il primo soccorso effettuato sul posto, è stato trasferito, a bordo di un elicottero, al centro ospedaliero universitario di Losanna. Qui il giorno seguente ne è stata dichiarata la morte. Sull'accaduto ha aperto un'inchiesta la magistratura svizzera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore dopo immersione in un lago ghiacciato: aperta un'inchiesta

Today è in caricamento