rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Lutti

Mandela e quel giro di campo: l'ultimo ruggito del leone della libertà

Era il 2010, Mandela salutò il suo Paese con un giro di campo alla cerimonia conclusiva dei mondiali di calcio: resterà la sua ultima apparizione pubblica. Da quel giorno il mondo è stato un po' meno libero

ROMA - Nessuno poteva sapere: né i medici che gli sconsigliarono più volte quel gesto, né le migliaia di persone che lo strinsero in un abbraccio commovente e toccante, né il Paese intero. Lui sì, però. Lui, nonostante la malattia, nonostante il fisco segnato da quei maledetti anni in cella, sapeva tutto. Sapeva che sarebbe stato il suo ultimo sorriso a un popolo che lo aveva amato. Sapeva che sarebbe stato il suo ultimo regalo a un popolo che lo stava già "tradendo".

Quel giorno, il giorno di chiusura dei mondiali di calcio del 2010 in Sudafrica, Mandela volle esserci. Un giro di campo con un kart da golf in un mare di bandiere sudafricane per dire addio a tutti. Gli stessi tutti che da quel giorno hanno aspettato, con calma, che la sua luce si spegnesse. La luce si è spenta ieri: Mandela se n'è andato a 95 anni. 

Ha portato con sé 67 anni di lotte per i diritti delle persone di colore, e di tutti. Ha portato con sé ventisette anni di carcere duro e tutti quei compromessi rifiutati negli ultimi anni di prigionia. Ha portato con sé l'onore di essere stato il primo presidente democratico di un Paese razzista e segregazionista. E ha portato con sè un Nobel che forse avrebbe felicemente barattato con altre conquiste. Con altre battaglia vinte. 

Quel nobel, però, oggi è lontano. Il Sudafrica non è l'isola felice che Madiba, come lo chiamava chi gli voleva bene, avrebbe sognato. Ci sono i ricchi, che diventano sempre più ricchi, e i poveri, che diventano sempre più poveri. La criminalità è tra le più diffuse al mondo. Addirittura nel movimento che lo stesso Mandela guidò, l'Anc, si fa sempre più spazio la parola politica. 

Mandela, da grande uomo quale era, in quello stadio nel 2010 sapeva già tutto. Forse sapeva che anche la sua famiglia lo avrebbe tradito. Ingolositi dai soldi, dall'eredità persino i parenti di Madiba hanno perso di vista gli insegnamenti del leone della libertà.

Nelson Mandela, un simbolo

Mandela preferì dire addio. Uscire di scena e fare l'ultimo grande regalo al suo popolo. Al Sudafrica e al mondo intero il compo di tenere accesa una luce che da ieri è un po' più fioca, ma non spenta. La luce di Nelson Mandela. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandela e quel giro di campo: l'ultimo ruggito del leone della libertà

Today è in caricamento