Lunedì, 20 Settembre 2021
Mondo Austria

Vienna chiude sette moschee: plauso di Salvini, ira della Turchia

Il neo ministro dell'Interno Matteo Salvini commenta la scelta delle autorità austriache di espellere imam accusati di ricevere finanziamenti illeciti dall'estero: "Si alla libertà di culto, no all'estremismo religioso"

Foto di archivio (Salvini nel 2017 a Milano chiedeva la chiusura di una moschea)

Misure "anti-islamiche" e "razziste". Così il portavoce della presidenza turca, Ibrahim Kalin, ha definito la decisione del governo austriaco di chiudere sette moschee ed espellere potenzialmente fino a 60 imam dell'Austria Turkey Islamic Union - l'organizzazione che gestisce diverse moschee turche in Austria e che, come riporta il sito del quotidiano 'Sabah', è finanziata dal Direttorio per gli Affari religiosi - secondo il governo di Vienna, la scelta è stata dettata dalla necessità di fermare l' "Islam politicizzato ed estremista".

"La decisione dell'Austria di chiudere sette moschee ed espellere gli imam con una scusa patetica è un riflesso dell'ondata populista anti-islamica, razzista e discriminatoria in questo paese", ha dichiarato Kalin sul proprio account Twitter.

La decisione delle autorità austriache coinvolgono una moschea gestita da un'organizzazione di estrema destra turca a Vienna e sei gestite dalla comunità religiosa araba. lo ha reso noto il cancelliere Sebastian Kurz in una conferenza stampa. "Non c'è spazio nel nostro paese per le società parallele, l'Islam politicizzato e le tendenze radicali".

Salvini: "Allontanare chi mette a rischio la sicurezza"

"Credo nella libertà di culto, non nell'estremismo religioso. Chi usa la propria fede per mettere a rischio la sicurezza di un Paese va allontanato! Spero già la prossima settimana di incontrare collega ministro austriaco per confrontarci su linee d`azione". Lo ha scritto il ministro dell'Interno Matteo Salvini su Twitter, riferendosi alla decisione del cancelliere austriaco Sebastian Kurz di espellere "svariati" imam finanziati dall`estero e chiudere sette moschee considerate a rischio radicalizzazione.

La battaglia di Salvini contro le moschee abusive

Il segretario della Lega raccoglie anche un appello che giunge dal comune di Palma Campania, cittadina dell’area vesuviana, dove si producono capi d’abbigliamento in serie per le grandi griffe della moda: oggi su 15mila abitanti ben 7mila arrivano dal Bangladesh.

"E a sinistra qualcuno continua a dire che non esiste alcun problema invasione... Amici di Palma, ci vediamo presto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vienna chiude sette moschee: plauso di Salvini, ira della Turchia

Today è in caricamento