rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Linea durissima / Uganda

Multe e addirittura il carcere per chi non si vaccina, la stretta senza precedenti

In Uganda mille euro di ammenda per chi rifiuta le dosi e se non paga ci sarà la galera. Il governo: "Assicureremo che un numero sufficiente di persone sia protetto per creare l'immunità"

In Uganda chi si rifiuterà di vaccinarsi contro il coronavirus rischia una multa salatissima o addirittura la galera. La stretta nel Paese è stata decisa per provare a far fronte a una situazione di forte diffidenza nei confronti delle dosi, con solo circa il 35 per cento della popolazione che ha accettato di fare l'iniezione. Il comitato della Salute del Parlamento di Kampala ha iniziato ad esaminare un disegno di legge che propone di rendere obbligatorie le vaccinazioni contro il coronavirus.

Secondo la proposta, “coloro che non si vaccinano contro il Covid-19 riceveranno una multa di 4 milioni di scellini”, che equivalgono a mille euro, e per chi non pagherà “una pena detentiva di sei mesi", spiega l'Aula in una dichiarazione sul suo sito web. Sebbene sia ormai un anno da quando l’Africa ha iniziato a somministrare le dosi di vaccino, nota la Reuters, su una popolazione di 45 milioni, in Uganda solo 16 milioni (il 35 per cento) hanno ricevuto la prima dose, con i funzionari che incolpano la diffidenza dei cittadini per spiegare la bassa copertura. “Le vaccinazioni obbligatorie assicurerebbero che un numero sufficiente di persone venga vaccinato in modo da creare un'immunità di massa”, ha sostenuto il ministro della Salute Jane Ruth Aceng, secondo cui “è dunque importante che chiunque possa essere vaccinato, sia vaccinato”.

La nazione ha riaperto la sua economia il mese scorso, dopo due anni di misure anti-Covid che hanno incluso, tra le altre cose, coprifuoco, chiusura dei confini, delle scuole e delle imprese. Se da un lato le restrizioni hanno permesso la ripartenza economica e rallentato il diffondersi del virus, dall’altro hanno alimentato il malcontento di chi è stato colpito più duramente dagli effetti della crisi. In totale il Paese che ha registrato 163mila casi e 3.500 decessi, come mostrano i dati del Ministero della Salute, secondo i deputati l’obbligo vaccinale potrebbe essere la soluzione se si vuole evitare che un’economia già fortemente colpita venga ulteriormente messa alla prova da nuove chiusure.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe e addirittura il carcere per chi non si vaccina, la stretta senza precedenti

Today è in caricamento