rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Mondo Stati Uniti d'America

"Multa per chi si masturba per scopi non riproduttivi": proposta di legge shock in Texas

La proposta della democratica Jessica Farrar è una provocazione per ridicolizzare le norme anti-aborto in vigore nello Stato

Una parlamentare del Texas ha presentato una proposta di legge destinata a far discutere: multe da 100 dollari per coloro che si masturbano al di fuori di sessione mediche in ospedali o cliniche. 

Si tratta ovviamente di una provocazione quella della democratica Jessica Farrar, che con il suo "Man's Right to Know Act" risponde alla legge conosciuta come “Woman’s Right to Know”, approvata in Texas, che costringe i medici a far ascoltare un sonogramma del battito del cuore del feto e descrivere lo stesso alle donne che vogliono abortire almeno 24 ore prima che venga effettuata l’interruzione di gravidanza.

Nel “Man’s Right to Know Act” è anche previsto che, prima che possa essere prescritto il Viagra o praticata una vasectomia, ci sia un periodo di attesa. Si tratta di una provocazione, ribadiamo, con la quale la parlamentare intende prendere in giro le diverse leggi anti-aborto proposte dai politici.

La normativa pensata da Farrar definisce l’eiaculazione all’esterno della vagina come un “atto contro un bambino non nato e un delitto contro la preservazione della santità della vita”. Richiede inoltre la creazione di un “registro d’assistenza masturbatorio” e impone a organizzazioni no profit e ospedali di fornire “un counseling per l’incoraggiamento all’astinenza totale, la supervisione dei mdici per le emissioni masturbatorie e lo stoccaggio del seme”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Multa per chi si masturba per scopi non riproduttivi": proposta di legge shock in Texas

Today è in caricamento