rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
La foto simbolo

Padre e figlio senza arti: dalla Siria all'Italia per una nuova vita

La storia di Munzir e del piccolo Mustafa, entrambi mutilati a causa della guerra: il loro scatto ha fatto il giro del mondo: "Un messaggio di speanza e di gioia"

La tenerezza di un padre ed un figlio, che sui loro corpi portano i segni indelebili della guerra, ma sono in grado di portare speranza anche in mezzo a quell'inferno. Con una foto simbolo è iniziata la nuova vita di Munzir e Mustafa, il papà e il bambino con i corpi mutilati, protagonisti dello scatto di Mehmet Aslan premiato come vincitore assoluto tre mesi fa al Siena International Photo Award. Come confermato da Luca Venturi, fondatore del concorso, i due domani arriveranno in Italia: "Faranno la quarantene e poi inizieranno le cure a Budrio".

Mustafa, sei anni, ha due sorelline di due e quattro anni e la possibilità di una nuova vita grazie a "un'iniziativa nata dal clamore suscitato dalla notizia" e dal forte desiderio che "non rimanesse solo un clamore mediatico", ma - dice Venturi - "si tramutasse in qualcosa di concreto a sostegno della famiglia". E' così che è nata l'idea di lanciare una campagna - 'Can a photo make a difference?' - per "raccogliere tutte le risorse necessarie". Sono stati raccolti "oltre 100.000 euro", ma - sottolinea Venturi - è "importante far capire che è nulla rispetto a quello che sarà necessario raccogliere per consentire al bambino di crescere con gli arti nuovi".

Venturi parla di un "messaggio di speranza e di gioia" e sottolinea come "i protagonisti di questa storia" siano tutti coloro che hanno aderito alla raccolta, "fidandosi della possibilità si potesse concretizzare un sogno". Consapevole che "il clamore mediatico dura poco", spera ora in una "sensibilizzazione" che possa portare al risultato di garantire un futuro migliore a tutta la famiglia di Munzir, che ha perso la gamba destra nei bombardamenti a Idlib, e di Mustafa, nato senza gli arti per una malformazione causata dai farmaci assunti dalla madre per curare gli effetti del gas nervino. Un nuovo sorriso dopo una storia di dolore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre e figlio senza arti: dalla Siria all'Italia per una nuova vita

Today è in caricamento