rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Rischio escalation / Taiwan

Nancy Pelosi verso Taiwan: cresce la tensione tra Cina e Usa

L'allerta per la prevista visita della speaker della Camera Usa rimane alta a Taipei, per la forte irritazione mostrata da Pechino

Tutto il mondo guarda con trepidazione l’orologio, mentre qualche nerd osserva sul sito del monitoraggio delle rotte aeree mondiali i movimenti US Air Force, il jet su cui viaggia la delegazioni della speaker della Camera Usa Nancy Pelosi durante il suo tour in quattro paesi dell’Asia. 

Cattura-18-4

Le rotte dell'aereo della Pelosi

La democratica Pelosi, secondo diverse fonti taiwanesi e statunitensi, dovrebbe atterrare a Taiwan alle 22 locali di oggi martedì 2 agosto, le ore 16 italiane. La sua tappa sull’isola contesa da Pechino rischia di aumentare la tensione tra Cina e Stati Uniti. E alimenta i dubbi sul probabile assenso individuato nel corso del colloquio telefonico della scorsa settimana tra il presidente cinese Xi Jinping e il suo omologo statunitense Joe Biden. 

Il jet dell'aeronautica statunitense su cui viaggia la speaker della Camera Pelosi ha lasciato Kuala Lumpur, la capitale della Malesia, secondo il sito web di monitoraggio dei voli Flightradar24. A causa delle strettissime misure di sicurezza, i media non hanno potuto verificare visivamente la presenza a bordo di Pelosi e della sua delegazione. Tuttavia, secondo le molteplici anticipazioni circolate, la speaker potrebbe arrivare in serata a Taipei dopo un volo di oltre 4 ore.

Il programma della speaker a Taiwan

I contatti tra Washington e Pechino restano al momento attivi. Stando a quanto riferito dal portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying, la Cina è in contatto con gli Stati Uniti sulla prevista visita di Pelosi a Taiwan nella speranza che "i funzionari americani capiscano la gravità e abbiano la sensibilità del problema e quanto possa essere pericoloso".

Secondo alcuni resoconti giornalistici, Pelosi si fermerebbe questa notte a Taipei, per poi incontrare la presidente taiwanese Tsai Ing-wen domani mattina (3 agosto). Nella stessa giornata, con ogni probabilità, Pelosi farà una tappa allo Yuan legislativo, il parlamento locale. Quest’ultima sarebbe forse l’azione letta in maniera più provocatoria da Pechino, perché rappresenterebbe un riconoscimento da parte di Pelosi (democratica come il presidente Biden) della  sovranità legislativa di Taiwan.

Le risposte cinesi

La Cina alza i toni di fronte alla possibile visita a Taiwan della Speaker della Camera Usa. Gli Stati Uniti saranno "responsabili" della visita di Pelosi e "ne pagheranno il prezzo" ha indicato in un briefing con la stampa la portavoce del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying.

Le risposte cinesi commerciali e militari non si sono fatte attendere. Pechino ha sospeso nella notte l'import di beni alimentari da oltre 100 imprese alimentari taiwanesi, mettendo sotto scacco uno scambio bilaterale che - al di là delle frizioni tra Taipei e Pechino - è florido. Sia il ministero degli Affari economici che il Consiglio dell'Agricoltura di Taiwan sono al momento al corrente del bando, ha reso noto l'ufficio del Commercio Estero dell'isola, citato dal quotidiano United Daily News di Taiwan, sottolineando che il governo di Taipei rispondera' "in maniera appropriata" alla decisione di Pechino.

La Cina ha anche imposto il controllo del traffico aereo intorno alla provincia del Fujian, vicina a Taiwan, causando la cancellazione di un gran numero di voli commerciali. 

Aumentano anche le esercitazioni militari. Dopo quelle già previste e programmate al largo del Guangdong nella giornata di oggi e domani, Pechino ne ha annunciate un’altra che andrà avanti fino al 6/7 agosto. Diversi aerei da guerra cinesi sono volati vicino alla linea mediana che divide lo Stretto di Taiwan questa mattina. 

Anche l'esercito taiwanese terrà esercitazioni di artiglieria a fuoco vivo nella contea di Pingtung il 9 e l'11 agosto, come parte delle esercitazioni annuali di Han Kuang che si sono concluse la scorsa settimana. 

Non resta che attendere l’arrivo di Pelosi a Taiwan. La Cina, che è vicina al XX Congresso del Partito Comunista cinese (in programma il prossimo autunno), vuole mostrarsi forte, ma ha necessità di avere stabilità (interna e non) per garantire al presidente cinese Xi Jinping di ottenere il terzo mandato. I taiwanesi nel frattempo attendono di osservare le conseguenze della tappa della speaker a Taipei. Conseguenze che saranno chiare solo quando Pelosi avrà già lasciato l’isola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nancy Pelosi verso Taiwan: cresce la tensione tra Cina e Usa

Today è in caricamento