Venerdì, 22 Gennaio 2021
Luci in fondo al tunnel / Francia

Come sarà il Natale 2020 in Francia

Attesa per le parole di Macron. Il lockdown ha abbassato la curva. Il primo step di riaperture dovrebbe arrivare intorno al primo dicembre (forse qualche giorno prima), il secondo subito prima delle vacanze di fine anno, il terzo a partire da gennaio 2021

Le luci natalizie a Parigi. Foto: ANSA/EPA/IAN LANGSDON

Come e quando uscirà la Francia dalla seconda ondata? Ieri è stato annunciato un allentamento delle restrizioni graduale, ma per ora non è in vista la fine del lockdown. Insomma, sarà un dicembre coi piedi di piombo. Macron parlerà alla nazione martedì sera. Ieri il Journal Du Dimanche ha smontato le aspettative di chi si augurava la fine del confinamento. Non accadrà.

Il picco della seconda ondata è probabilmente stato oltrepassato nel paese transalpino, secondo l'agenzia sanitaria nazionale che invita tuttavia i francesi a restare prudenti. Prudenza è la parola d'ordine, nel dibattito politico e sui media. 

Natale 2020: la Francia tra aperture e chiusure

Gli alleggerimenti al confinamento arriveranno, a quel che si apprende, in tre tappe a seconda della situazione sanitaria e dei rischi legati a determinate attività. Le date: per ora si sa soltanto che il primo step di riaperture avverrà intorno al primo dicembre (forse qualche giorno prima), il secondo subito prima delle vacanze di fine anno, il terzo a partire da gennaio 2021. In programma l'apertura degli esercizi commerciali intorno al primo dicembre, mentre resteranno più a lungo restrizioni per bar e ristoranti. Che però prima di Natale potrebbero vedere allentare la stretta.

Per l'esecutivo francese l'obiettivo è non replicare gli errori commessi durante l'allentamento delle misure del giugno scorso: per questo dall'Eliseo si continua a specificare che il lockdown light (le scuole sono sempre rimaste aperte) continuerà e quindi anche la limitazione dei movimenti. Non è il momento di "déconfiner" ha detto Olivier Véran, il ministro della Salute.

La Francia ha registrato 13.157 nuovi casi di coronavirus secondo l'ultimo bollettino, di cui 1.328 sono positività a test antigenici. 215 persone sono decedute nelle ultime 24 ore. Il totale delle vittime dall'inizio della pandemia è ora di 48.732. Tanto in Francia quanto in Italia, secondo vari esperti la soglia dei 10mila casi al giorno indicherebbe una situazione (quasi) sotto controllo.

Che cosa succede in Francia dal 1° dicembre (forse)

Prevedere cosa accadrà poco prima delle vacanze natalizie e ancor più nel 2021 è a oggi impossibile. Le ultime due fasi del progressivo deconfinement, spiega oggi Le Figaro, sono un punto di domanda. Invece stanno emergendo diverse ipotesi realistiche su cosa accadrà intorno al 1° dicembre. Tre i passaggi principali:

  • Si prevede la riapertura di alcune attività.  Questa è la traccia data dal primo ministro Jean Castex, durante un viaggio a Digione sabato scorso.  "Riapriremo attività non essenziali intorno al 1° dicembre"  ,  ha detto.  Qualcuno ha ipotizzato la data del 28 novembre. La  riapertura sarà per determinate categorie di negozi, ma non riguarderà bar o ristoranti, che resteranno chiusi ancora per settimane.
  • Riaprono i luoghi di culto.  Su richiesta del Consiglio di Stato, i luoghi di culto dovrebbero riaprire da inizio dicembre.
  • Possibile il leggero rilassamento del raggio di 1 chilometro per le uscite. Si esclude che tra una settimana si possa andare in tutta la Francia per visitare i propri cari. Se il governo può realisticamente "concedere" passeggiate oltre il raggio di un chilometro dalla propria abitazione, in particolare per permettere a chi non abita nei pressi di un parco di fare attività fisica nella natura, non si tratta ancora di spostamenti illimitati. Da quando è iniziato il secondo lockdown, tre settimane circa fa in Francia, non ci si può allontanare di oltre 1 km da casa e gli spostamenti sono limitati a un’ora. Gli spostamenti sono consentiti per portare i figli a scuola, per passeggiate con gli animali domestici. Per quanto riguarda lo sport all’aperto, sono consentite solo le pratiche individuali come il jogging, mentre le palestre resteranno chiuse. 

Quando finisce il lockdown in Francia

In Francia ?il numero dei pazienti in terapia intensiva continua lentamente a diminuire. Diminuiscono la diffusione del virus e la mortalità, ma gli ospedali sono ancora in sofferenza. Ad abbassare la curva del contagio hanno sicuramente contribuito anche le due tradizionali settimane di vacanze d'autunno, con scuole chiuse e molte famiglie via dalle città nelle case di villeggiatura. Ora i negozi, quando riapriranno, avranno rigorosi limiti di capienza massima da rispettare.

"Niente è peggio dell'incertezza e dell'impressione di una tristezza senza fine", ha detto Emmanuel Macron al JDD questa domenica: "Abbiamo bisogno di coerenza, chiarezza, una rotta. Sapere insieme dove stiamo andando e come arrivarci". Un piano, un obiettivo a medio termine. Chiarezza. Dopo il discorso del presidente di domani sera, tutto dovrebbe essere più chiaro: anche le date della fine del lockdown.

Nota di colore: da venerdì scorso iFrancia le vendite di alberi di Natale sono autorizzate grazie a un decreto. Il testo autorizza l'acquisto di alberi di Natale all'esterno, cioè nei pressi dei supermercati, da vivaisti o negozi di bricolage aperti. Un piccolo segnale verso un Natale "quasi normale". Con l'auspicio che il numero di ricoveri permetterà un'uscita dal lockdown già prima delle vacanze di fine anno, nel secondo step di riaperture.

Come la Francia sta cominciando a sconfiggere il coronavirus

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come sarà il Natale 2020 in Francia

Today è in caricamento