Venerdì, 16 Aprile 2021
Regno Unito

Bimba di sei mesi con problemi cardiaci e polmonari guarisce dal coronavirus

La piccola Erin si stata appena riprendendo da un intervento a cuore aperto quando è stata attaccata dal virus. Dopo due settimane critiche, la piccola è guarita

A soli sei mesi la piccola Erin Bates ha lottato contro il coronavirus ed è sopravvissuta. Alla nascita la bambina aveva gravi problemi al cuore e alla trachea. Dopo aver subito un intervento a cuore aperto a dicembre, la piccola Erin ha contratto il coronavirus proprio mentre stava iniziando a riprenderesi. Per due settimane è rimasta attaccata a una macchina per l’ossigeno ma venerdì i medici dell’Alder Hey Children’s Hospital di Liverpool hanno comunicato alla famiglia che la fase critica è passata e la bambina è guarita. 

“Erin ha sconfitto il virus. È stata colpita molto duramente, con una serie di ‘up and down’, ma vogliamo che le la gente sappia che il coronavirus non è necessariamente una sentenza di morte per le persone che hanno patologie pregresse”, ha detto ai media locali il papà di Erin, Wayne. La bambina però non può ancora lasciare l’ospedale vista la sua situazione complessiva e i problemi di salute che ha, ma sta bene e potrebbe tornare a casa per il suo primo compleanno, in ottobre. Con lei c’è la mamma, Emma, l’unica che in queste settimane ha potuto starle accanto in ospedale, a causa delle restrizioni imposte dalle normative per evitare la diffusione del contagio. Papà Wayne però ha potuto farle visita venerdì. 

La vicenda di Erin Bates aveva commosso il Regno Unito, tanto da spingere i suoi genitori ad aprire un gruppo Facebook per pubblicare aggiornamenti sullo stato di salute della bambina. Erano stati loro a diffondere inizialmente una foto di Erin in ospedale, attaccata alla macchina per l’ossigeno, circondata da tubi e macchinari, come monito per le altre persone sulla necessità di contenere il virus rispettando le norme sul distanziamento sociale. “Ci sono persone che ancora non hanno preso sul serio questa malattia e ciò mi disturba. A me ha colpito in prima persona”, aveva detto Wayne. 

Dopo l’intervento a dicembre, un mese dopo la bambina aveva contratto un virus che provoca bronchioli e polmonite nei bambini ed era stato necessario l’uso della macchina per l’ossigeno per permetterle di respirare, con polmoni e trachea fossero compromessi. I signori Bates temevano che stavolta la piccola Erin potesse non farcela, ma la loro “coraggiosa piccola guerriera”, come la bambina è stata soprannominata, ha stupito tutti. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba di sei mesi con problemi cardiaci e polmonari guarisce dal coronavirus

Today è in caricamento