rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
VENEZUELA / Venezuela

Altro che colpo di stato: il Venezuela sta con Chavez e Maduro

Un sondaggio condotto dalla società di sondaggistica venezuelana Hinterlaces rivela che il vice presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, in caso di elezioni anticipate vincerebbe con il 50% dei voti contro l’ex candidato presidenziale dell’opposizione Henrique Capriles

Nonostante le gravi condizioni di salute e le voci di un imminente colpo di stato militare che si erano diffuse alcuni giorni fa, Hugo Chavez è sempre alla guida del Venezuela. Il vice presidente Nicolas Maduro ha riferito di avere partecipato insieme ad altri ministri a una riunione di governo con Chavez, durata oltre cinque ore, nella quale il presidente ha dato indicazioni per la gestione degli affari di Stato e si è mostrato "molto energico". Chavez, ricoverato all'ospedale militare di Caracas dopo il suo ritorno da Cuba, ha comunicato con i partecipanti alla riunione attraverso delle note scritte.

Un sondaggio condotto dalla società di sondaggistica venezuelana Hinterlaces rivela che il vice presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, in caso di elezioni anticipate vincerebbe con il 50% dei voti contro l’ex candidato presidenziale dell’opposizione Henrique Capriles.

FOTO FALSA DI CHAVEZ: INCREDIBILE GAFFE DI EL PAIS

Nicolas Maduro è stato designato a inizio dicembre come suo successore ufficiale dallo stesso Hugo Chavez, prima che quest'ultimi si recasse a Cuba per una nuova operazione chirurgica: Chavez è malato di cancro da anni e ciclicamente si diffondono voci sul peggioramento delle sue condizioni di salute e addirittura sulla sua morte.

CHI E' NICOLAS MADURO, IL POST-CHAVEZ

Il sondaggio è stato condotto tra il 30 gennaio e il 9 febbraio e il margine di errore è stimato al massimo al 3%. Il 52% degli interpellati si è detto certo che nel caso in cui Chávez non riuscisse a tornare alla vita politica, sarebbe “conveniente” per il paese un “presidente di continuità”, ovvero chavista, mentre il 27% opta per un oppositore. Proprio a causa di questo e anche di altri sondaggi, che danno risultati simili, il variegato insieme di 16 partiti dell’opposizione a Chavez, raggruppati nella Mesa de la Unidad Democrática (Mud), sono alla ricerca di un nuovo candidato che riesca, meglio di Capriles, a intercettare i voti di quella parte di popolazione venezuelana che è favorevole a un cambiamento della guida politica del paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altro che colpo di stato: il Venezuela sta con Chavez e Maduro

Today è in caricamento