rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
MEDIO ORIENTE

La nipote di uno dei leader di Hamas curata in Israele

Poche le speranza di vita per la piccola, che è in condizioni critiche e oggi è stata riportata a Gaza

Ha destato scalpore la notizia del ricovero in un ospedale israeliano di Amal Haniyeh, nipotina di un anno del capo del governo di Hamas a Gaza, Ismail Haniyeh. Leader di un gruppo nemico "mortale" dello Stato ebraico, il politico e la sua famiglia non hanno esitato a chiedere aiuto a Israele, che dal canto suo non ha di certo negato assistenza a una bambina gravemente malata, anche se parente di uno degli uomini corresponsabili di attacchi terroristici contro il proprio territorio.

Oggi la piccola, che è in condizioni critiche, è stata riportata nell'enclave palestinese. "Amal è arrivata all'ospedale pediatrico al Nasser di Gaza, sempre in uno stato di morte clinica", ha scritto Abdessalam Haniyeh, figlio di Ismail Haniyeh, sulla sua pagina Facebook. "Amal è rientrata a Gaza perché può avere lo stesso trattamento a Gaza che in Israele, dopo essere entrata in uno stato di morte clinica", ha spiegato all'Afp una fonte medica a Gaza in condizioni di anonimato.

Ricoverata domenica in un ospedale israeliano, soffre di una grave infezione del tratto digestivo che ha attaccato il suo sistema nervoso, sempre secondo fonti mediche a Gaza. La bambina era stata trasferita in un ospedale pediatrico di Petah Tikva, nei pressi di Tel Aviv, ha precisato oggi il quotidiano israeliano Yediot Aharonot, affermando che i medici del nosocomio hanno purtroppo concluso che era quasi impossibile salvarla.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nipote di uno dei leader di Hamas curata in Israele

Today è in caricamento