Giovedì, 21 Ottobre 2021
Norvegia / Norvegia

Norvegia, il killer Breivik dichiarato sano di mente

Secondo la nuova perizia psichiatrica l'autore degli attentati del 22 luglio, dove persero la vita 77 persone, era pienamente consapevole delle proprie azioni

Anders Behring Breivik è sano di mente ed era pienamente cosciente quanto il 22 luglio del 2011 uccise 77 persone a Oslo e nell’isola di Utoya. E’ la conclusione alla quale sono giunti i due psichiatri Terje Torrisen e Agnar Aspaas, ribaltando il risultato della prima perizia resa nota il novembre scorso, dove Breivik veniva definito “schizofrenico e paranoico” e quindi incapace di intendere e di volere. Tuttavia spettarà al tribunale decidere se l’uomo possa essere definito malato di mente o meno, come scrive il giornale locale Norway Post. Breivik si è detto soddisfatto di quanto emerso in questa seconda perizia dato che, secondo lui, il primo dossier era composto per l’80% da falsità.  


Lunedì prossimo Breivik è atteso in tribunale per l’apertura del processo a suo carico. “Mi è stato chiesto se si mostrerà pentito, ma non lo sarà”, ha dichiarato Geir Lippestad, avvocato difensore del terrorista. “Probabilmente dirà che avrebbe preferito andare oltre”.


Il 32enne ha ammesso di essere il responsabile dei due attacchi terroristici che hanno provocato 77 morti e circa 900 feriti, sconvolgendo il Paese. Il primo ha avuto luogo ad Oslo, dove una bomba ha ucciso 8 persone. Il secondo si è invece consumato nell’isola di Utoya, dove erano riuniti i giovani esponenti del Partito Laburista. Secondo quanto raccontato dai sopravvissuti, Breivik è arrivato sull’isola ed ha iniziato a sparare contro i ragazzi, uccidendone 69. 34 di questi avevano meno di 18 anni.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Norvegia, il killer Breivik dichiarato sano di mente

Today è in caricamento