rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
DATAGATE / Stati Uniti d'America

"Cosa sapeva Obama sul Datagate?": le cinque domande della Cnn

Nelle risposte si sottolinea comunque che non è ancora noto cosa sia realmente successo "a porte chiuse"

"Obama ha le mani pulite?". Se lo chiede l'emittente americana Cnn, che ha pubblicato cinque domande sul Datagate e fornito altrettante risposte in base a quanto siamo a conoscenza finora.

La seconda delle domande pubblicate sulla sua edizione online è se ''Obama sia stato tenuto all'oscuro di tutto''. La terza, che la Cnn definisce ''chiave'' è: ''Cosa ha fatto Obama al riguardo?". La quarta: ''Chi è arrabbiato per quanto accaduto?''. Infine la quinta: ''Cosa pensavano di apprendere gli Stati Uniti attraverso lo spionaggio?''.

La Cnn ricorda come le fonti più accreditate riportino un Obama che per cinque anni è stato tenuto all'oscuro dell'opera di spionaggio, e che, non appena venutone a conoscenza, avrebbe chiesto di porre fine al programma di monitoraggio. Anche se si sottolinea che non è ancora noto cosa sia realmente successo "a porte chiuse".

Sull'ultima domanda invece la Cnn fa notare come, almeno in parte, la motivazione dello spionaggio dei leader mondiali non sembri giustificato dall'attività antiterrorismo, bensì, come nel caso della Merkel, da motivazioni economiche nella fase più critica della crisi dell'Eurozona.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cosa sapeva Obama sul Datagate?": le cinque domande della Cnn

Today è in caricamento