rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Stati Uniti / Stati Uniti d'America

Twitter protegge i cinguettii della protesta. Accesso negato alla Corte

"I tweet sono di proprietà degli utenti". Così la rete 'dell'uccellino' nega la visione ai giudici dei messaggi di un attivista di Occupy Wall Street

Twitter si schiera con il movimento Occupy Wall Street. "I tweet sono di proprietà degli utenti, come scritto nei termini di servizio". Con questa motivazione la rete 'dell'uccellino' ha negato alla Corte di New York di accedere ai tweet di Malcom Harris, attivista del movimento.

Secondo gli inquirenti, nei tweet di Harris ci sarebbero le prove per dimostrare come l'attivista sia tra i responsabili dei disagi e dei disordini avvenuti durante le manifestazioni del movimento Occupy Wall Street. Ma senza quei tweet, non è in grado di provare la sua consapevolezza.

Nonostante ciò, da Twitter sono stati irremovibili. Il sito, infatti, offre una cronologia limitata, e neanche gli utenti possono accedere al loro archivio di messaggi oltre dieci giorni. Dopo questo periodo di tempo, i tweet sono inaccessibili a chiunque. Ma Twitter ne conserva copia. Copia, però, "inaccessibile" come stabilito dall'azienda, da sempre 'protezionista' nei confronti dei suoi utenti.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Twitter protegge i cinguettii della protesta. Accesso negato alla Corte

Today è in caricamento